Altro

Ghiacciolo Mojito


Ricetta Ghiacciolo Mojito di del 14-07-2017 [Aggiornata il 14-07-2017]

Quella che vi propongo oggi è la ricetta del mio ghiacciolo preferito, il ghiacciolo mojito. Fresco, gustoso e con quel leggero retrogusto alcolico, è il gelato perfetto da gustare magari in una piacevole serata tra amici!
L'idea mi è venuta dopo aver visto il ghiacciolo mojito algida e non avendolo ancora provato ho pensato di prepararlo io stessa, d'altronde il mojito è il mio cocktail preferito, potevo mai farmi sfuggire il ghiacciolo? Come già detto per quello al prosecco, questo ghiacciolo chiaramente è da servire per degli ospiti adulti, magari per l'aperitivo o dopo una cenetta informale ;) Ragazze io vi lascio alla ricetta e vi auguro una dolce giornata, oggi ho un bel po di cose da fare, tra cui, anche una lezione di pizza ad Ischia. Baci :*

Procedimento

Come fare il Ghiacciolo Mojito

In un pentolino sul fuoco preparate uno sciroppo facendo sciogliere lo zucchero in acqua.
Una volta fatto raffreddare aggiungetegli il rum ed il succo di mezzo lime, quindi mescolate.

Intanto tagliate in fette sottili il restante lime e mettetene una per ogni stampino di ghiacciolo.

Versate ora il liquido ottenuto, qualche fogliolina di menta e lo stecco di legno.
Spostate i ghiaccioli in freezer per almeno 4 ore.

I vostri Ghiaccioli Mojito sono pronti per essere gustati.


Tempo di ghiaccioli! Idee originali per rinfrescare l'estate

I ghiaccioli sono la merenda ideale delle giornate afose estive, quando il sole non lascia tregua e anche un biscotto ci sembra troppo pesante.

Ma perché accontentarsi di quelli venduti nei bar, che hanno sempre i soliti gusti, menta, limone, anice e arancia, quando si possono facilmente ricreare a casa propria, inventando, così, tantissime varietà?
E perché non prendere spunto dai cocktail per realizzare dei ghiaccioli non solo saporiti e originali, ma che ci rendano anche più simpatici e brillanti?
Dall'unione di cocktail e popsicle (ovvero "ghiacciolo" in inglese) nascono i poptails, ideali per gli adulti che vogliono rinfrescarsi gustando un mojito in versione solida.

Nelle prossime pagine troverete alcune idee di ghiaccioli e poptails che abbiamo trovato in giro per il web. Quale vi piace di più?


Ghiaccioli Mojito

Segui le istruzioni che seguono per eseguire alla perfezione la ricetta e stupire tutti i tuoi ospiti.

  1. In un pentolino preparare lo sciroppo di zucchero, portando a ebollizione l&rsquoacqua con lo zucchero e uno dei due rametti di menta, quindi spegnere e lasciare raffreddare. Una volta che il composto sarà freddo, eliminare la menta e mescolare con il rum, l&rsquoacqua tonica e il succo di lime, poi versare negli stampini e completare con le altre foglie di menta. Conservare nel congelatore per 8 ore prima di &ldquosorseggiare&rdquo a piccoli morsi il mojito.
  2. nIl consiglio in più
    Come alternativa, nello stesso modo è facile preparare dei ghiaccioli di Bloody Mary. Mescolare tutti gli ingredienti previsti nella ricetta del cocktail, frullando il sedano con il succo di limone, quindi versare tutto negli stampini e congelare.
  3. Ricetta e foto tratte dal libro Slurp! di M. Teresa Di Marco e M. Cécile Ferrè (Guido Tommasi Ed.)

Segui le istruzioni che seguono per eseguire alla perfezione la ricetta e stupire tutti i tuoi ospiti.


Ghiaccioli mojito

I ghiaccioli mojito sono dei gustosi e freschissimi gelati che richiamano il sapore del più famoso cocktail dell'estate , il mojito . I sapori che regnano in questi ghiaccioli sono quelli del rum, del lime e della menta, insomma proprio quelli che siamo abituati a percepire nel classico long drink. La freschezza del ghiaccio, che è presente nel drink, in questo caso la potrete assaporare al primo all'ultimo assaggio, proprio perchè stiamo parlando di un vero e proprio ghiacciolo.

I ghiaccioli mojito sono chiaramente dei ghiaccioli alcolici fai da te, che quindi potrete offrire ad un pubblico adulto, per i bambini, invece, potrete servire i classici ghiaccioli al limone o quelli alla frutta. Questi sfiziosissimi e freschissimi gelati sono l'idea super per stupire i vostri ospiti nelle calde serate estive, saranno quella ciliegina sulla torta che li stupirà e li affascinerà, con stupore, entusiasmo, ma anche grande sapore.


Ghiacciolo Mojito - Ricette

Del tutto inaspettato mi è arrivato un regalo bellissimo! Ho vissuto senza fino ad ora, ma mi chiedo come.
Ne ignoravo l'esistenza, proabilmente è per questo che negli ultimi tempi le mie giornate erano così vuote. Ma non vi terrò sulle spine, vi presento questa inutilissima quanto meravigliosa invenzione: Zoku Quick Pop Maker.


Trattasi di una scatoletta che prende posizione nel vostro freezer senza grande ingombro, e che voi tirerete fuori ogni dopo cena per i secoli dei secoli a venire per fare sul momento degli ottimi ghiaccioli o sorbetti.
(No ma voi lo sapevate che esisteva? Io no e mi cospargo il capo di cenere).

Al momento del dessert potete stupire i commensali producendo un ghiacciolo in soli 7 o 9 minuti (se se se, stasera vediamo eh).
Basterà versare negli appositi incavi quello che più vi aggrada: succo di frutta, centrifugato di qualcosa, latte vegetale, frutta a pezzetti, biscotti sbriciolati, e tutto quello che la fantasia e il buon senso vi suggeriranno.

Poi si aspetta pazientemente per 7-9 lunghi minuti, si avvita quella roba verde sul manico, si estrae il ghiacciolo e si gusta.

Questa è la teoria. Stasera vedrò come si comporta in pratica.
La parte più difficile sarà attendere le 24 ore necessarie al congelamento dello scatolotto.
Ma ne parleremo nell'apposito documentario.

Nel frattempo vi faccio vedere qualche immagine tratta dal sito, così potete farvi un'idea di quanto bello sia questo nuovo gioco.


Quel ghiacciolo è un cocktail!

Mojito&c, ghiacciati e da leccare: la moda dei ghiaccioli-cocktail, o cocktail-ghiaccioli che dir si voglia, rinfresca l’estate con uno sfizio alcolico.

Leggi anche

Le nuove granite: i dessert ghiacciati con una nota di alcol

Il ghiacciolo che combatte i postumi della sbornia

Ghiacciolo casalingo solofrutta: ecco come prepararlo

Il piacere di un bel ghiacciolo rinfrescante unito a quello del tuo cocktail preferito? Si può, eccome. Anzi, il ghiacciolo alcolico è un vero e proprio trend. La tendenza è così forte che oramai anche grandi marche dell’industria gelatiera si sono esibite con cocktail gelati. Confezionato e pronto da leccare, oppure fatto in casa, con gli ingredienti che scegli tu, è il momento di provarlo.

Si chiamano anche “frozen cocktail”, ossia cocktail ghiacciat -, così sono stati battezzati a New York dove la moda originariamente ha preso piede. In inglese ghiacciolo si dice peraltro “popsicle” – all’americana, o “ice lolly”, mentre il “lollipop” è il leccalecca. Mixando ingredienti e parole, in Inghilterra è nato così il "Poptail”, il cocktail in formato ghiacciolo-leccalecca. L’idea è di due amiche, Laura e Cécilia, che si sono trasformate in imprenditrici dell’estate alcolica.

Gin Fizz fatto con gin, kiwi, mela e cetriolo Bellini a base di Prosecco e pesche bianche Mojito alla Fragola, con rum, menta e naturalmente fragile Spritz con Aperol, melone e arancio. La gradazione alcolica varia tra i 3 e gli 8 gradi, ma ci sono anche cocktail analcolici, come il Berry, fatto con lamponi, fragole e anguria. Il tutto, ovviamente, ghiacciato e montato su stecchino. Con un tocco sempre spiritoso e glamour, dato che oltre a cilindri e dischi, questi poptail sono per esempio a forma di cuore, o di labbra.

Altra versione sempre inglese ma più orientata al naturale è Likaliks, tutti ingredienti biologici, di stagione, una linea di poptails – oltre che di classici ghiaccioli – inventati da una coppia, Karis e Dominic. Qui troviamo, per esempio, anche il Daiquiri alla banana, l’Irish Coffee e persino un tiramisù alcolico travestito da ghiacciolo.

Restando sulla linea del “buono, bello e sano”, ma in versione italiana, un esempio eccellente è quello di Stekko, nato dall’idea di un imprenditore bergamasco, Cristian, che lavora sulla qualità artigianale per ghiaccioli “tuttofrutta” e gelati multistrato rigorosamente su stecco, belli da vedere, ricchi di fibre e vitamine e senza l’aggiunta di alcun colorante o conservante. E dato che la bontà paga e quest’anno Stekko, grazie a Giorgia, ha aperto i battenti a Palma de Mallorca, non poteva mancare la versione alcolica, a partire dal Mojito.

Giorgia ci regala la ricetta, semplicissima, per fare il nostro ghiacciolo al mojito in casa. Per un ghiacciolo dosi e ingredienti sono: 2 dita di rum e 4 dita d’acqua, una fettina di lime, 3 o 4 cucchiaini di zucchero di canna, 2 o 3 gocce di sciroppo di menta, e una fogliolina di menta. Lasciare macerare tutti gli ingredienti (tranne la fogliolina) per un paio d’ore almeno, poi “montare” il ghiacciolo con la fettina di lime e la fogliolina di menta ben posizionate e in bella vista e mettere in freezer: il cocktail su stecco presto sarà servito!

Dalla Piña Colada al Margarita, dal Cuba libre alla sangria (in quest’ultimo caso bisogna diluire il vino con acqua, per essere sicuri che si ghiaccino), oppure anche un bel limoncello (basta aggiungerlo alla classica ricetta dei ghiaccioli al limone), ci si può sbizzarrire per diventare baristi provetti alleati con il proprio freezer di casa.


Ghiacciolo al mojito

“L’ottimista è colui che vede nella grandine una buona partenza per un mojito“.
Io ho preso ghiaccio e mojito ed ho fatto un ghiacciolo al mojito, detto anche mojito ice!

Il mojito è un cocktail molto famoso di origine cubana.
È composto da rum, zucchero di canna, succo di lime, foglie di menta e acqua gassata.

Io ho preso tutti questi ingredienti e li ho fatti diventare un fantastico ghiacciolo!

Un’idea simpatica e da poter sfruttare in molte occasioni, particolarmente in estate quando, durante le giornate caldissime, possiamo offrire una sorpresa rifrescante agli amici che passano a trovarci.

Il ghiacciolo al mojito può essere servito come fine pasto, a merenda, oppure durante la pausa tra il primo ed il secondo piatto o per spezzare tra pesce e carne, come si usa nei matrimoni.

Vediamo ora la ricetta del mojito ice!


Ghiaccioli al Mojito, per un’estate freschissima!

Un’idea insolita e freschissima per l’estate, una ricetta veloce e golosa per gli amanti dei ghiaccioli, per gli appassionati di Mojito e per chi non immagina la bella stagione senza la compagnia del cocktail tra i cocktail. Lime, menta, zucchero di canna: ecco le caratteristiche di uno dei drink che fa rima con estate, ecco gli ingredienti magici per preparare anche dei deliziosi ghiaccioli al mojito, perfetti da gustare come spuntino o come dessert per una cena tra amici in giardino o in terrazza.

Ecco come preparare i ghiaccioli al Mojito per un’estate freschissima:

Tagliate otto fettine di lime sottili e spremete il rimanente agrume in una ciotola con acqua e zucchero di canna fino a farlo sciogliere. Conservate 8 foglioline di menta e mettetele da parte, le altre sminuzzatele finemente e aggiungetele al composto di acqua, zucchero e lime e lasciate insaporire il tutto per circa 15 minuti.

Inserite in ogni formina di ghiacciolo una fettina di lime e una fogliolina di menta e nel frattempo filtrate anche il composto da voi preparate. Ad esso aggiungete il rum e mescolate bene, adesso è arrivato il momento di colmare le formine con il cocktail e create un manico con cannucce, bastoncini, palette. Prima di servire i ghiaccioli al Mojito lasciateli riposare in frigorifero per almeno tre ore.


Ghiacciolo Mojito - Ricette

L’estate è arrivata e con lei anche la stagione dei ghiaccioli. Ho preparato diversi gusti di ghiaccioli per il compleanno di mio nipote che il 1 luglio ha compiuto 4 anni. Per i bambini gusti alla frutta e per gli adulti un ghiacciolo speciale al mojito.

Si preparano con 5 ingredienti: acqua, zucchero semolato, menta fresca (appena raccolta nel mio giardino), succo di lime e rum bianco. Bellissimi da vedere e super gustosi.

Il famoso cocktail cubano a base di rum bianco e menta si trasforma nel ghiacciolo più cool dell’estate! Stupirete sicuramente in vostri ospiti offrendo loro un aperitivo diverso dal solito, il drink su stecco!!

Ingredienti per circa 10 ghiaccioli:

  • 500 ml di acqua
  • 155 gr di zucchero semolato
  • 30 gr di menta fresca in foglie
  • 200 ml di succo di lime
  • 60 ml di rum bianco
  • n°10 fettine sottili di lime
  • n°10 foglie di menta fresca

Procedimento:

  1. Versare acqua e zucchero in un pentolino e portare a bollore finché lo zucchero non si sarà completamente sciolto.
  2. Rimuovere dal fuoco e aggiungere 20 gr di foglie di menta allo sciroppo. Traferire il composto in un vasetto di vetro e refrigerare in frigorifero per tutta la notte.
  3. Il giorno dopo setacciare lo sciroppo con un colino a maglie strette, aggiungere il succo di lime, i restanti 10 gr di foglie di menta tritate finemente e il rum bianco.
  4. Mescolare bene e versare dentro gli appositi stampini per i ghiaccioli, mettere una fettina di lime e una foglia di menta all’interno di ciascuno.
  5. Trasferite lo stampo in freezer e congelate per almeno 1 ora, inserire i bastoncini di legno e congelare per altre 7 ore.
  6. Servire immediatamente!

Il ghiacciolo più cool dell’estate! Provateci anche voi e fatemi sapere cosa ne pensate!! Enjoy!!


Ghiaccioli al Mojito per il club del 27

Il caldo è già tropicale e siamo solo alla fine di giugno, quindi l’idea di preparare dei ghiaccioli al Mojito per il Club del 27 mi è piaciuta subito. Il tema di questo mese è stato proprio questo, il ghiacciolo: un momento di dolce refrigerio, dissetante e rinfrescante.

L’invenzione del ghiacciolo

Come molti piatti della cucina di tutto il mondo, l’invenzione del ghiacciolo fu del tutto casuale e fu fatta nel 1905 da un bambino di 11 anni Frank Epperson di Okland, che in inverno lasciò fuori dal davanzale, un bicchiere di acqua e soda con dentro il bastoncino che aveva usato per mescolarle. Il giorno dopo, facendo scongelare leggermente il blocco, il bambino tolse il bicchiere e cominciò a mangiare il ghiacciolo tenendolo per lo stecco. Nel 1923 Epperson ottenne il brevetto per la sua idea del “ghiaccio sul bastoncino” che chiamò popsicle.

Nel secondo dopoguerra i ghiaccioli arrivarono in Italia, portati dagli americani. In Emilia Romagna nel 1960 il ghiacciolo fu chiamato BIF (dalle iniziali dei cognomi dei soci dell’azienda che lo produceva).

Il ghiacciolo industriale è solitamente alla frutta, dai colori sgargianti dati più dai coloranti che dalla frutta contenuta e sono amatissimi dai bambini. Qui invece ne ho scelto un tipo proprio da adulti, copia di un famosissimo cocktail: il ghiacciolo al Mojito per il Club del 27. Molto rinfrescante, grazie alla menta e al lime, ma anche molto alcolico, per me troppo per cui vi lascio la versione originale e le mie modifiche. Per me oltre a risultare troppo alcolico, è anche poco consistente come ghiacciolo, si scioglie subito, perché l’alcool impedisce il congelamento. Inoltre la ricetta prevede 1 cap di menta, difficilissima da dosare. Quindi ho dimezzato il rum e ho messo solo 2 g di menta. Ne è uscito un ghiacciolo molto buono e rinfrescante dove la nota alcolica non prevale sul resto dei sapori. Questa è una ricetta che rifarò spesso.

Se vi sono piaciuti i ghiaccioli al Mojito e vi interessano piatti ghiacciati non usuali, guardatevi anche la ricetta del gelato al formaggio Gran Mugello. E’ una squisitezza incredibile!


Video: Ghiaccioli al Mojito (Dicembre 2021).