Altro

Proprietario di una distilleria del New Jersey ferito in un'esplosione


Un serbatoio di una distilleria è esploso alla Island Beach Distillery nel New Jersey

Tempo di sognare

Un carro armato ha causato un'esplosione in una distilleria di rum del New Jersey.

Un serbatoio di una distilleria è esploso alla Island Beach Distillery nel New Jersey sabato 23 dicembre e il proprietario della distilleria sarebbe rimasto ferito nell'incidente.

Secondo NJ.com, Island Beach Distillery ha aperto lo scorso agosto ed è la prima distilleria di rum nella contea di Ocean di Jersey Shore. Sabato pomeriggio, uno dei serbatoi della distilleria in qualche modo è esploso e ha appiccato un incendio. Secondo quanto riferito, il 38enne Peter Martorelli, proprietario dell'azienda, ha subito diverse ustioni di primo e secondo grado alle gambe nell'esplosione. È stato salvato dai vigili del fuoco e trasportato in aereo al Saint Barnabas Burn Center di Livingston, nel New Jersey. Sua moglie ha pubblicato un aggiornamento su Facebook indicando che dovrebbe riprendersi.

"Oggi c'è stata una piccola esplosione alla Island Beach Distillery", ha scritto Tina Martorelli sulla sua pagina Facebook, secondo Patch.com. "Inutile dire che saremo chiusi fino a nuovo avviso. Pete sembra stare bene. Terrò un aggiornamento. In questo momento voglio ringraziare molto tutta la polizia di Lacey, i vigili del fuoco, i paramedici e la borgata di Berkeley. Avete fatto tutti un lavoro fantastico e siete stati molto gentili e disponibili!! Non posso farne a meno!"

Island Beach Distillery è specializzata in rum in stile caraibico e Tina Martorelli indica che l'attività continuerà a funzionare dopo un po' di tempo libero per le riparazioni. I serbatoi di distilleria possono essere pericolosi e rappresentare un rischio di incendio o esplosione se qualcosa non funziona; clicca qui per vedere le 10 cose più pericolose nella tua cucina.


2 IN CHIATTA BLAST MORTI PER ANNEGGIAMENTO Esplosione dell'armeria nel gas di fognatura — Indagini su

La morte di due uomini impiegati su una chiatta di fuochi d'artificio esplosa martedì notte nel fiume Hudson è stata attribuita ieri all'annegamento.

Ciò è stato determinato dalle indagini svolte sull'esplosione della chiatta e su un'altra esplosione la sera stessa nei sotterranei del 71° Reggimento Armory tra 33d Street e Park Avenue. All'armeria, 19 uomini della Guardia Nazionale sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave.

Il commissario dei vigili del fuoco Edward Thompson ha affermato che l'esplosione che ha distrutto la sala munizioni dell'armeria è stata causata dal gas di fogna acceso da una sigaretta. "Due uomini erano laggiù e stavano fumando", ha detto.

Il commissario in precedenza aveva ordinato indagini su entrambe le esplosioni dal capo dei vigili del fuoco Martin Scott. Sui due casi stava indagando anche la polizia.

L'esplosione dell'armeria viene controllata per possibili sabotaggi dal Federal Bureau of Investigation, mentre la Guardia Costiera sta conducendo la propria indagine sull'esplosione della chiatta.

Il commissario Thompson ha affermato che l'indagine sull'esplosione dei fuochi d'artificio ha indicato che era stata causata da un proiettile difettoso che non è riuscito a sollevarsi. Il proiettile, disse, cadde sul ponte della chiatta e fece esplodere casse di altri proiettili.

Il commissario ha anche affermato che i vigili del fuoco stanno "considerando molto seriamente" di vietare spettacoli pirotecnici simili a meno che non siano stati attivati ​​​​da telecomando. Questo metodo viene utilizzato alla Fiera Mondiale e a Coney Island.

La chiatta era una delle quattro utilizzate per il display, un evento annuale sponsorizzato dai grandi magazzini Macy's. È stato stimato che 500.000 persone hanno visto lo spettacolo dalle sponde del fiume New Yprk e New Jersey. La maggior parte di loro non era a conoscenza della tragedia.

Tra coloro che hanno testimoniato ieri all'udienza dei vigili del fuoco c'erano John Serpico, presidente della International Fireworks Company di North Bergen, NJ, che ha allestito lo spettacolo, e Nicholas Petterson, presidente della Petterson Lighterage and Towing Company di 90 West Street, il proprietario delle chiatte.

I due uomini uccisi erano Anthony DiFrancesca, 41 anni, di 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., e Anthony Amato, 60, di 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

Il rapporto di un medico legale che elencava l'annegamento come causa delle morti non menzionava feriti dall'esplosione. Non è noto se le vittime fossero prive di conoscenza quando sono state gettate in acqua dall'esplosione.

Altri quattro uomini della chiatta sono stati salvati dall'acqua, curati per ustioni e rilasciati.

Il signor DiFrancesca era capo dei vigili del fuoco volontari di Sparkill. Durante la seconda guerra mondiale sopravvisse alle invasioni del Nord Africa e dell'Italia, servendo come sergente con gli ingegneri da combattimento dell'esercito.

Anche un fratello, Americo DiFrancesca, 38 anni, è stato impiegato nell'allestimento di spettacoli pirotecnici. Ha detto che Anthony era tornato martedì presto da Porto Rico, dove era andato a un altro spettacolo pirotecnico.

"Avrei dovuto andare con lui ieri sera, ma non sono riuscito a farcela", ha detto ieri Americo.

Poiché i lavori di fuochi d'artificio sono stagionali, ha detto, Anthony è stato un idraulico esperto per il resto del periodo.

Gli uomini che gestiscono gli spettacoli pirotecnici per l'azienda non sono sindacalizzati. La loro paga varia da $ 50 a $ 200 a lavoro. Sono coperti pesantemente dall'assicurazione. Non indossano indumenti protettivi speciali, ma vestono con camicie a maniche lunghe e berretti in modo da non essere bruciati dalle piogge di scintille dei proiettili che esplodono in alto.

Anthony lascia un altro fratello, Emil, e cinque sorelle, Viola, Theresa, Amelia, Jemma ed Elvera.

La chiatta su cui si è verificata l'esplosione era una pesante imbarcazione scoperta in legno, lunga 120 piedi e larga 30 piedi. Era trainato da rimorchiatori. L'esplosione ha causato solo lievi danni alla chiatta.

Nell'esplosione dell'armeria, le guardie gravemente ferite erano Lawrence Goldberg, 19 anni, di 64-35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, ed Erwin Schiller, 33, di 1792 Walton Avenue, nel Bronx. Sono all'ospedale Bellevue.

Bruce Sternberg, 24 anni bb-lo 102d Street, Forest Hills, è stato segnalato in discrete condizioni al Columbus Hospital. Le altre guardie ferite nell'esplosione sono state dimesse dopo gli esami.

Circa 385 uomini della guardia nel capannone dell'esercito sopra l'ex area di esplosione sono rimasti illesi.


2 A CHIATTA BLAST MORTI PER ANNEGGIAMENTO Esplosione dell'armeria nel gas di fognatura — Indagini su

La morte di due uomini impiegati su una chiatta di fuochi d'artificio esplosa martedì notte nel fiume Hudson è stata attribuita ieri all'annegamento.

Ciò è stato determinato dalle indagini svolte sull'esplosione della chiatta e su un'altra esplosione la sera stessa nel seminterrato del 71° Reggimento Armory tra 33d Street e Park Avenue. All'armeria, 19 uomini della Guardia Nazionale sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave.

Il commissario dei vigili del fuoco Edward Thompson ha affermato che l'esplosione che ha distrutto la sala munizioni dell'armeria è stata causata dal gas di fogna acceso da una sigaretta. "Due uomini erano laggiù e stavano fumando", ha detto.

Il commissario in precedenza aveva ordinato indagini su entrambe le esplosioni dal capo dei vigili del fuoco Martin Scott. Sui due casi stava indagando anche la polizia.

L'esplosione dell'armeria viene controllata per possibile sabotaggio dal Federal Bureau of Investigation, mentre la Guardia Costiera sta conducendo la propria indagine sull'esplosione della chiatta.

Il commissario Thompson ha affermato che l'indagine sull'esplosione dei fuochi d'artificio ha indicato che era stata causata da un proiettile difettoso che non è riuscito a sollevarsi. Il proiettile, disse, cadde sul ponte della chiatta e fece esplodere casse di altri proiettili.

Il commissario ha anche affermato che i vigili del fuoco stavano "considerando molto seriamente" di vietare spettacoli pirotecnici simili a meno che non fossero attivati ​​​​da telecomando. Questo metodo viene utilizzato alla Fiera Mondiale ea Coney Island.

La chiatta era una delle quattro utilizzate per il display, un evento annuale sponsorizzato dai grandi magazzini Macy's. È stato stimato che 500.000 persone hanno visto lo spettacolo dalle sponde del fiume New Yprk e New Jersey. La maggior parte di loro non era a conoscenza della tragedia.

Tra coloro che hanno testimoniato ieri all'udienza dei vigili del fuoco c'erano John Serpico, presidente della International Fireworks Company di North Bergen, NJ, che ha allestito lo spettacolo, e Nicholas Petterson, presidente della Petterson Lighterage and Towing Company di 90 West Street, il proprietario delle chiatte.

I due uomini uccisi erano Anthony DiFrancesca, 41 anni, di 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., e Anthony Amato, 60, di 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

Il rapporto di un medico legale che elencava l'annegamento come causa delle morti non menzionava feriti dall'esplosione. Non è noto se le vittime fossero prive di conoscenza quando sono state gettate in acqua dall'esplosione.

Altri quattro uomini della chiatta sono stati salvati dall'acqua, curati per ustioni e rilasciati.

Il signor DiFrancesca era capo dei vigili del fuoco volontari di Sparkill. Durante la seconda guerra mondiale sopravvisse alle invasioni del Nord Africa e dell'Italia, servendo come sergente con gli ingegneri da combattimento dell'esercito.

Anche un fratello, Americo DiFrancesca, 38 anni, è stato impiegato nell'allestimento di spettacoli pirotecnici. Ha detto che Anthony era tornato martedì presto da Porto Rico, dove era andato a un altro spettacolo pirotecnico.

"Avrei dovuto andare con lui ieri sera, ma non sono riuscito a farcela", ha detto ieri Americo.

Poiché i lavori di fuochi d'artificio sono stagionali, ha detto, Anthony è stato un idraulico esperto per il resto del periodo.

Gli uomini che gestiscono gli spettacoli pirotecnici per l'azienda non sono sindacalizzati. La loro paga varia da $ 50 a $ 200 a lavoro. Sono coperti pesantemente dall'assicurazione. Non indossano indumenti protettivi speciali, ma vestono con camicie a maniche lunghe e berretti in modo da non essere bruciati dalle piogge di scintille delle conchiglie che esplodono in alto.

Anthony lascia un altro fratello, Emil, e cinque sorelle, Viola, Theresa, Amelia, Jemma ed Elvera.

La chiatta su cui si è verificata l'esplosione era una pesante imbarcazione scoperta in legno, lunga 120 piedi e larga 30 piedi. Era trainato da rimorchiatori. L'esplosione ha causato solo lievi danni alla chiatta.

Nell'esplosione dell'armeria, le guardie gravemente ferite erano Lawrence Goldberg, 19 anni, di 64-35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, ed Erwin Schiller, 33, di 1792 Walton Avenue, nel Bronx. Sono all'ospedale Bellevue.

Bruce Sternberg, 24 anni bb-lo 102d Street, Forest Hills, è stato segnalato in discrete condizioni al Columbus Hospital. Le altre guardie ferite nell'esplosione sono state dimesse dopo gli esami.

Circa 385 uomini della guardia nel capannone dell'esercito sopra l'ex area di esplosione sono rimasti illesi.


2 IN CHIATTA BLAST MORTI PER ANNEGGIAMENTO Esplosione dell'armeria nel gas di fognatura — Indagini su

La morte di due uomini impiegati su una chiatta di fuochi d'artificio esplosa martedì notte nel fiume Hudson è stata attribuita ieri all'annegamento.

Ciò è stato determinato dalle indagini svolte sull'esplosione della chiatta e su un'altra esplosione la sera stessa nel seminterrato del 71° Reggimento Armory tra 33d Street e Park Avenue. All'armeria, 19 uomini della Guardia Nazionale sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave.

Il commissario dei vigili del fuoco Edward Thompson ha affermato che l'esplosione che ha distrutto la sala munizioni dell'armeria è stata causata dal gas di fogna acceso da una sigaretta. "Due uomini erano laggiù e stavano fumando", ha detto.

Il commissario in precedenza aveva ordinato indagini su entrambe le esplosioni dal capo dei vigili del fuoco Martin Scott. Sui due casi stava indagando anche la polizia.

L'esplosione dell'armeria viene controllata per possibile sabotaggio dal Federal Bureau of Investigation, mentre la Guardia Costiera sta conducendo la propria indagine sull'esplosione della chiatta.

Il commissario Thompson ha affermato che l'indagine sull'esplosione dei fuochi d'artificio ha indicato che era stata causata da un proiettile difettoso che non è riuscito a sollevarsi. Il proiettile, disse, cadde sul ponte della chiatta e fece esplodere casse di altri proiettili.

Il commissario ha anche affermato che i vigili del fuoco stanno "considerando molto seriamente" di vietare spettacoli pirotecnici simili a meno che non siano stati attivati ​​​​da telecomando. Questo metodo viene utilizzato alla Fiera Mondiale ea Coney Island.

La chiatta era una delle quattro utilizzate per il display, un evento annuale sponsorizzato dai grandi magazzini Macy's. È stato stimato che 500.000 persone hanno visto lo spettacolo dalle sponde del fiume New Yprk e New Jersey. La maggior parte di loro non era a conoscenza della tragedia.

Tra coloro che hanno testimoniato ieri all'udienza dei vigili del fuoco c'erano John Serpico, presidente della International Fireworks Company di North Bergen, NJ, che ha allestito lo spettacolo, e Nicholas Petterson, presidente della Petterson Lighterage and Towing Company di 90 West Street, il proprietario delle chiatte.

I due uomini uccisi erano Anthony DiFrancesca, 41 anni, di 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., e Anthony Amato, 60, di 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

Il rapporto di un medico legale che elencava l'annegamento come causa delle morti non menzionava feriti dall'esplosione. Non è noto se le vittime fossero prive di conoscenza quando sono state gettate in acqua dall'esplosione.

Altri quattro uomini della chiatta sono stati salvati dall'acqua, curati per ustioni e rilasciati.

Il signor DiFrancesca era capo dei vigili del fuoco volontari di Sparkill. Durante la seconda guerra mondiale sopravvisse alle invasioni del Nord Africa e dell'Italia, servendo come sergente con gli ingegneri da combattimento dell'esercito.

Anche un fratello, Americo DiFrancesca, 38 anni, è stato impiegato nell'allestimento di spettacoli pirotecnici. Ha detto che Anthony era tornato martedì presto da Porto Rico, dove era andato a un altro spettacolo pirotecnico.

"Avrei dovuto andare con lui ieri sera, ma non sono riuscito a farcela", ha detto ieri Americo.

Poiché i lavori di fuochi d'artificio sono stagionali, ha detto, Anthony è stato un idraulico esperto per il resto del periodo.

Gli uomini che gestiscono gli spettacoli pirotecnici per l'azienda non sono sindacalizzati. La loro paga varia da $ 50 a $ 200 a lavoro. Sono coperti pesantemente dall'assicurazione. Non indossano indumenti protettivi speciali, ma vestono con camicie a maniche lunghe e berretti in modo da non essere bruciati dalle piogge di scintille dei proiettili che esplodono in alto.

Anthony lascia un altro fratello, Emil, e cinque sorelle, Viola, Theresa, Amelia, Jemma ed Elvera.

La chiatta su cui si è verificata l'esplosione era una pesante imbarcazione scoperta in legno, lunga 120 piedi e larga 30 piedi. Era trainato da rimorchiatori. L'esplosione ha causato solo lievi danni alla chiatta.

Nell'esplosione dell'armeria, le guardie gravemente ferite erano Lawrence Goldberg, 19 anni, di 64-35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, ed Erwin Schiller, 33, di 1792 Walton Avenue, nel Bronx. Sono all'ospedale Bellevue.

Bruce Sternberg, 24 anni bb-lo 102d Street, Forest Hills, è stato segnalato in discrete condizioni al Columbus Hospital. Le altre guardie ferite nell'esplosione sono state dimesse dopo gli esami.

Circa 385 uomini della guardia nel capannone dell'esercito sopra l'ex area di esplosione sono rimasti illesi.


2 IN CHIATTA BLAST MORTI PER ANNEGGIAMENTO Esplosione dell'armeria nel gas di fognatura — Indagini su

La morte di due uomini impiegati su una chiatta di fuochi d'artificio esplosa martedì notte nel fiume Hudson è stata attribuita ieri all'annegamento.

Ciò è stato determinato dalle indagini svolte sull'esplosione della chiatta e su un'altra esplosione la sera stessa nei sotterranei del 71° Reggimento Armory tra 33d Street e Park Avenue. All'armeria, 19 uomini della Guardia Nazionale sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave.

Il commissario dei vigili del fuoco Edward Thompson ha affermato che l'esplosione che ha distrutto la sala munizioni dell'armeria è stata causata dal gas di fogna acceso da una sigaretta. "Due uomini erano laggiù e stavano fumando", ha detto.

Il commissario in precedenza aveva ordinato indagini su entrambe le esplosioni dal capo dei vigili del fuoco Martin Scott. Sui due casi stava indagando anche la polizia.

L'esplosione dell'armeria viene controllata per possibili sabotaggi dal Federal Bureau of Investigation, mentre la Guardia Costiera sta conducendo la propria indagine sull'esplosione della chiatta.

Il commissario Thompson ha affermato che l'indagine sull'esplosione dei fuochi d'artificio ha indicato che era stata causata da un proiettile difettoso che non è riuscito a sollevarsi. Il proiettile, disse, cadde sul ponte della chiatta e fece esplodere casse di altri proiettili.

Il commissario ha anche affermato che i vigili del fuoco stanno "considerando molto seriamente" di vietare spettacoli pirotecnici simili a meno che non siano stati attivati ​​​​da telecomando. Questo metodo viene utilizzato alla Fiera Mondiale e a Coney Island.

La chiatta era una delle quattro utilizzate per il display, un evento annuale sponsorizzato dai grandi magazzini Macy's. È stato stimato che 500.000 persone hanno visto lo spettacolo dalle sponde del fiume New Yprk e New Jersey. La maggior parte di loro non era a conoscenza della tragedia.

Tra coloro che hanno testimoniato ieri all'udienza dei vigili del fuoco c'erano John Serpico, presidente della International Fireworks Company di North Bergen, NJ, che ha allestito lo spettacolo, e Nicholas Petterson, presidente della Petterson Lighterage and Towing Company di 90 West Street, il proprietario delle chiatte.

I due uomini uccisi erano Anthony DiFrancesca, 41 anni, di 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., e Anthony Amato, 60, di 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

Il rapporto di un medico legale che elencava l'annegamento come causa delle morti non menzionava feriti dall'esplosione. Non era noto se le vittime fossero prive di conoscenza quando sono state gettate in acqua dall'esplosione.

Altri quattro uomini della chiatta sono stati salvati dall'acqua, curati per ustioni e rilasciati.

Il signor DiFrancesca era capo dei vigili del fuoco volontari di Sparkill. Durante la seconda guerra mondiale sopravvisse alle invasioni del Nord Africa e dell'Italia, servendo come sergente con gli ingegneri da combattimento dell'esercito.

Anche un fratello, Americo DiFrancesca, 38 anni, è stato impiegato nell'allestimento di spettacoli pirotecnici. Ha detto che Anthony era tornato martedì presto da Porto Rico, dove era andato a un altro spettacolo pirotecnico.

"Avrei dovuto andare con lui ieri sera, ma non sono riuscito a farcela", ha detto ieri Americo.

Poiché i lavori di fuochi d'artificio sono stagionali, ha detto, Anthony è stato un idraulico esperto per il resto del periodo.

Gli uomini che gestiscono gli spettacoli pirotecnici per l'azienda non sono sindacalizzati. La loro paga varia da $ 50 a $ 200 a lavoro. Sono coperti pesantemente dall'assicurazione. Non indossano indumenti protettivi speciali, ma vestono con camicie a maniche lunghe e berretti in modo da non essere bruciati dalle piogge di scintille dei proiettili che esplodono in alto.

Anthony lascia un altro fratello, Emil, e cinque sorelle, Viola, Theresa, Amelia, Jemma ed Elvera.

La chiatta su cui si è verificata l'esplosione era una pesante imbarcazione scoperta in legno, lunga 120 piedi e larga 30 piedi. Era trainato da rimorchiatori. L'esplosione ha causato solo lievi danni alla chiatta.

Nell'esplosione dell'armeria, le guardie gravemente ferite erano Lawrence Goldberg, 19 anni, di 64-35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, ed Erwin Schiller, 33, di 1792 Walton Avenue, nel Bronx. Sono all'ospedale Bellevue.

Bruce Sternberg, 24 anni bb-lo 102d Street, Forest Hills, è stato segnalato in discrete condizioni al Columbus Hospital. Le altre guardie ferite nell'esplosione sono state dimesse dopo gli esami.

Circa 385 uomini della guardia nel capannone dell'esercito sopra l'ex area di esplosione sono rimasti illesi.


2 IN CHIATTA BLAST MORTI PER ANNEGGIAMENTO Esplosione dell'armeria nel gas di fognatura — Indagini su

La morte di due uomini impiegati su una chiatta di fuochi d'artificio esplosa martedì notte nel fiume Hudson è stata attribuita ieri all'annegamento.

Ciò è stato determinato dalle indagini svolte sull'esplosione della chiatta e su un'altra esplosione la sera stessa nel seminterrato del 71° Reggimento Armory tra 33d Street e Park Avenue. All'armeria, 19 uomini della Guardia Nazionale sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave.

Il commissario dei vigili del fuoco Edward Thompson ha affermato che l'esplosione che ha distrutto la sala munizioni dell'armeria è stata causata dal gas di fogna acceso da una sigaretta. "Due uomini erano laggiù e stavano fumando", ha detto.

Il commissario in precedenza aveva ordinato indagini su entrambe le esplosioni dal capo dei vigili del fuoco Martin Scott. Sui due casi stava indagando anche la polizia.

L'esplosione dell'armeria viene controllata per possibili sabotaggi dal Federal Bureau of Investigation, mentre la Guardia Costiera sta conducendo la propria indagine sull'esplosione della chiatta.

Il commissario Thompson ha affermato che l'indagine sull'esplosione dei fuochi d'artificio ha indicato che era stata causata da un proiettile difettoso che non è riuscito a sollevarsi. Il proiettile, disse, cadde sul ponte della chiatta e fece esplodere casse di altri proiettili.

Il commissario ha anche affermato che i vigili del fuoco stanno "considerando molto seriamente" di vietare spettacoli pirotecnici simili a meno che non siano stati attivati ​​​​da telecomando. Questo metodo viene utilizzato alla Fiera Mondiale e a Coney Island.

La chiatta era una delle quattro utilizzate per l'esposizione, un evento annuale sponsorizzato dai grandi magazzini Macy's. È stato stimato che 500.000 persone hanno visto lo spettacolo dalle sponde del fiume New Yprk e New Jersey. La maggior parte di loro non era a conoscenza della tragedia.

Tra coloro che hanno testimoniato ieri all'udienza dei vigili del fuoco c'erano John Serpico, presidente della International Fireworks Company di North Bergen, NJ, che ha allestito lo spettacolo, e Nicholas Petterson, presidente della Petterson Lighterage and Towing Company di 90 West Street, il proprietario delle chiatte.

I due uomini uccisi erano Anthony DiFrancesca, 41 anni, di 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., e Anthony Amato, 60, di 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

Il rapporto di un medico legale che elencava l'annegamento come causa delle morti non menzionava feriti dall'esplosione. Non era noto se le vittime fossero prive di conoscenza quando sono state gettate in acqua dall'esplosione.

Altri quattro uomini della chiatta sono stati salvati dall'acqua, curati per ustioni e rilasciati.

Il signor DiFrancesca era capo dei vigili del fuoco volontari di Sparkill. Durante la seconda guerra mondiale sopravvisse alle invasioni del Nord Africa e dell'Italia, servendo come sergente con gli ingegneri da combattimento dell'esercito.

Anche un fratello, Americo DiFrancesca, 38 anni, è stato impiegato nell'allestimento di spettacoli pirotecnici. Ha detto che Anthony era tornato martedì presto da Porto Rico, dove era andato a un altro spettacolo pirotecnico.

"Avrei dovuto andare con lui ieri sera, ma non sono riuscito a farcela", ha detto ieri Americo.

Poiché i lavori di fuochi d'artificio sono stagionali, ha detto, Anthony è stato un idraulico esperto per il resto del periodo.

Gli uomini che gestiscono gli spettacoli pirotecnici per l'azienda non sono sindacalizzati. La loro paga varia da $ 50 a $ 200 a lavoro. Sono coperti pesantemente dall'assicurazione. Non indossano indumenti protettivi speciali, ma vestono con camicie a maniche lunghe e berretti in modo da non essere bruciati dalle piogge di scintille dei proiettili che esplodono in alto.

Anthony lascia un altro fratello, Emil, e cinque sorelle, Viola, Theresa, Amelia, Jemma ed Elvera.

La chiatta su cui si è verificata l'esplosione era una pesante imbarcazione scoperta in legno, lunga 120 piedi e larga 30 piedi. Era trainato da rimorchiatori. L'esplosione ha causato solo lievi danni alla chiatta.

Nell'esplosione dell'armeria, le guardie gravemente ferite erano Lawrence Goldberg, 19 anni, di 64-35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, ed Erwin Schiller, 33, di 1792 Walton Avenue, nel Bronx. Sono all'ospedale Bellevue.

Bruce Sternberg, 24 anni bb-lo 102d Street, Forest Hills, è stato segnalato in discrete condizioni al Columbus Hospital. Le altre guardie ferite nell'esplosione sono state dimesse dopo gli esami.

Circa 385 uomini della guardia nel capannone dell'esercito sopra l'ex area di esplosione sono rimasti illesi.


2 IN CHIATTA BLAST MORTI PER ANNEGGIAMENTO Esplosione dell'armeria nel gas di fognatura — Indagini su

La morte di due uomini impiegati su una chiatta di fuochi d'artificio esplosa martedì notte nel fiume Hudson è stata attribuita ieri all'annegamento.

Ciò è stato determinato dalle indagini svolte sull'esplosione della chiatta e su un'altra esplosione la sera stessa nel seminterrato del 71° Reggimento Armory tra 33d Street e Park Avenue. All'armeria, 19 uomini della Guardia Nazionale sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave.

Il commissario dei vigili del fuoco Edward Thompson ha affermato che l'esplosione che ha distrutto la sala munizioni dell'armeria è stata causata dal gas di fogna acceso da una sigaretta. "Due uomini erano laggiù e stavano fumando", ha detto.

Il commissario in precedenza aveva ordinato indagini su entrambe le esplosioni dal capo dei vigili del fuoco Martin Scott. Sui due casi stava indagando anche la polizia.

L'esplosione dell'armeria viene controllata per possibile sabotaggio dal Federal Bureau of Investigation, mentre la Guardia Costiera sta conducendo la propria indagine sull'esplosione della chiatta.

Il commissario Thompson ha affermato che l'indagine sull'esplosione dei fuochi d'artificio ha indicato che era stata causata da un proiettile difettoso che non è riuscito a sollevarsi. Il proiettile, disse, cadde sul ponte della chiatta e fece esplodere casse di altri proiettili.

Il commissario ha anche affermato che i vigili del fuoco stanno "considerando molto seriamente" di vietare spettacoli pirotecnici simili a meno che non siano stati attivati ​​​​da telecomando. Questo metodo viene utilizzato alla Fiera Mondiale ea Coney Island.

La chiatta era una delle quattro utilizzate per il display, un evento annuale sponsorizzato dai grandi magazzini Macy's. È stato stimato che 500.000 persone hanno visto lo spettacolo dalle sponde del fiume New Yprk e New Jersey. La maggior parte di loro non era a conoscenza della tragedia.

Tra coloro che hanno testimoniato ieri all'udienza dei vigili del fuoco c'erano John Serpico, presidente della International Fireworks Company di North Bergen, NJ, che ha allestito lo spettacolo, e Nicholas Petterson, presidente della Petterson Lighterage and Towing Company di 90 West Street, il proprietario delle chiatte.

I due uomini uccisi erano Anthony DiFrancesca, 41 anni, di 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., e Anthony Amato, 60, di 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

Il rapporto di un medico legale che elencava l'annegamento come causa delle morti non menzionava feriti dall'esplosione. Non è noto se le vittime fossero prive di conoscenza quando sono state gettate in acqua dall'esplosione.

Altri quattro uomini della chiatta sono stati salvati dall'acqua, curati per ustioni e rilasciati.

Il signor DiFrancesca era capo dei vigili del fuoco volontari di Sparkill. Durante la seconda guerra mondiale sopravvisse alle invasioni del Nord Africa e dell'Italia, servendo come sergente con gli ingegneri da combattimento dell'esercito.

Anche un fratello, Americo DiFrancesca, 38 anni, è stato impiegato nell'allestimento di spettacoli pirotecnici. Ha detto che Anthony era tornato martedì presto da Porto Rico, dove era andato a un altro spettacolo pirotecnico.

"Avrei dovuto andare con lui ieri sera, ma non sono riuscito a farcela", ha detto ieri Americo.

Poiché i lavori di fuochi d'artificio sono stagionali, ha detto, Anthony è stato un idraulico esperto per il resto del periodo.

Gli uomini che gestiscono gli spettacoli pirotecnici per l'azienda non sono sindacalizzati. La loro paga varia da $ 50 a $ 200 a lavoro. Sono coperti pesantemente dall'assicurazione. Non indossano indumenti protettivi speciali, ma vestono con camicie a maniche lunghe e berretti in modo da non essere bruciati dalle piogge di scintille dei proiettili che esplodono in alto.

Anthony lascia un altro fratello, Emil, e cinque sorelle, Viola, Theresa, Amelia, Jemma ed Elvera.

La chiatta su cui si è verificata l'esplosione era una pesante imbarcazione scoperta in legno, lunga 120 piedi e larga 30 piedi. Era trainato da rimorchiatori. L'esplosione ha causato solo lievi danni alla chiatta.

Nell'esplosione dell'armeria, le guardie gravemente ferite erano Lawrence Goldberg, 19 anni, di 64-35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, ed Erwin Schiller, 33, di 1792 Walton Avenue, nel Bronx. Sono all'ospedale Bellevue.

Bruce Sternberg, 24 anni bb-lo 102d Street, Forest Hills, è stato segnalato in discrete condizioni al Columbus Hospital. Le altre guardie ferite nell'esplosione sono state dimesse dopo gli esami.

Circa 385 uomini della guardia nel capannone delle esercitazioni dell'esercito sopra l'ex area di esplosione sono rimasti illesi.


2 IN CHIATTA BLAST MORTI PER ANNEGGIAMENTO Esplosione dell'armeria nel gas di fognatura — Indagini su

La morte di due uomini impiegati su una chiatta di fuochi d'artificio esplosa martedì notte nel fiume Hudson è stata attribuita ieri all'annegamento.

Ciò è stato determinato dalle indagini svolte sull'esplosione della chiatta e su un'altra esplosione la sera stessa nel seminterrato del 71° Reggimento Armory tra 33d Street e Park Avenue. All'armeria, 19 uomini della Guardia Nazionale sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave.

Il commissario dei vigili del fuoco Edward Thompson ha affermato che l'esplosione che ha distrutto la sala munizioni dell'armeria è stata causata dal gas di fogna acceso da una sigaretta. "Due uomini erano laggiù e stavano fumando", ha detto.

Il commissario in precedenza aveva ordinato indagini su entrambe le esplosioni dal capo dei vigili del fuoco Martin Scott. Sui due casi stava indagando anche la polizia.

L'esplosione dell'armeria viene controllata per possibili sabotaggi dal Federal Bureau of Investigation, mentre la Guardia Costiera sta conducendo la propria indagine sull'esplosione della chiatta.

Il commissario Thompson ha affermato che l'indagine sull'esplosione dei fuochi d'artificio ha indicato che era stata causata da un proiettile difettoso che non è riuscito a sollevarsi. Il proiettile, disse, cadde sul ponte della chiatta e fece esplodere casse di altri proiettili.

Il commissario ha anche affermato che i vigili del fuoco stanno "considerando molto seriamente" di vietare spettacoli pirotecnici simili a meno che non siano stati attivati ​​​​da telecomando. Questo metodo viene utilizzato alla Fiera Mondiale ea Coney Island.

La chiatta era una delle quattro utilizzate per il display, un evento annuale sponsorizzato dai grandi magazzini Macy's. È stato stimato che 500.000 persone hanno visto lo spettacolo dalle sponde del fiume New Yprk e New Jersey. La maggior parte di loro non era a conoscenza della tragedia.

Tra coloro che hanno testimoniato ieri all'udienza dei vigili del fuoco c'erano John Serpico, presidente della International Fireworks Company di North Bergen, NJ, che ha allestito lo spettacolo, e Nicholas Petterson, presidente della Petterson Lighterage and Towing Company di 90 West Street, il proprietario delle chiatte.

I due uomini uccisi erano Anthony DiFrancesca, 41 anni, di 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., e Anthony Amato, 60, di 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

Il rapporto di un medico legale che elencava l'annegamento come causa delle morti non menzionava feriti dall'esplosione. Non è noto se le vittime fossero prive di conoscenza quando sono state gettate in acqua dall'esplosione.

Altri quattro uomini della chiatta sono stati salvati dall'acqua, curati per ustioni e rilasciati.

Il signor DiFrancesca era il capo dei vigili del fuoco volontari di Sparkill. Durante la seconda guerra mondiale sopravvisse alle invasioni del Nord Africa e dell'Italia, servendo come sergente con gli ingegneri da combattimento dell'esercito.

Anche un fratello, Americo DiFrancesca, 38 anni, è stato impiegato nell'allestimento di spettacoli pirotecnici. Ha detto che Anthony era tornato martedì presto da Porto Rico, dove era andato a un altro spettacolo pirotecnico.

"Avrei dovuto andare con lui ieri sera, ma non sono riuscito a farcela", ha detto ieri Americo.

Poiché i lavori con i fuochi d'artificio sono stagionali, ha detto, Anthony è stato un idraulico esperto per il resto del periodo.

The men who handle the pyrotechnical displays for the company are not unionized. Their pay ranges from $50 to $200 a job. They are covered heavily by insurance. They wear no special protective clothing, but dress in long‐sleeved shirts and caps so they wjll not be burned by the showers of sparks from shells that burst aloft.

Anthony is survived by an‐, other brother, Emil, and by five sisters, Viola, Theresa, Amelia, Jemma and Elvera.

The barge on which the explosion occurred was a heavy, wooden uncovered craft, 120 feet long and 30 feet wide. It was towed by tugboats. The explosion caused only minor damage to the barge.

In the armory explosion, tne critically injured Guardsmen were Lawrence Goldberg, 19, of 64‐35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, and Erwin Schiller, 33, of 1792 Walton Avenue, the Bronx. They are in Bellevue Hospital.

Bruce Sternberg, 24, ot bb-lo 102d Street, Forest Hills, was reported in fair condition at Columbus Hospital. The other Guardsmen injured in the explosion were discharged after examinations.

About 385 Guardsmen in the army drill shed above the ex‐' plosion area were uninjured.


2 IN BARGE BLAST DIED OF DROWNING Armory Explosion Is Laid to Sewer Gas—Inquiries On

The deaths of two men employed on a fireworks barge that exploded Tuesday night in the Hudson River were attributed yesterday to drowning.

That was determined in the Investigations being made into the barge explosion and another blast the same evening in the sub‐basement of the 71st Regiment Armory at 33d Street and Park Avenue. At the armory, 19 National Guardsmen were injured, two of them critically.

Fire Commissioner Edward Thompson said the explosion that wrecked the ammunition room of the armory was caused by sewer gas ignited by a cigarette. “Two men were down there and were srnoking,” he said.

The Commissioner earlier had ordered inquiries into both explosions by Chief Fire Marshal Martin Scott. Police were also investigating the two cases.

The armory explosion is being checked for possible sabotage by the Federal Bureau of Investigation, while the Coast Guard is conducting its own inquiry into the barge explosion.

Commissioner Thompson said the investigation of the fireworks explosion indicated that it had been caused by a defective shell that failed to rise. The shell, he said, fell on the deck of the barge and set off cases of other shells.

The Commissioner also said the Fire Department was “very seriously considering” banning similar fireworks displays unless they were set off by remote control. That method is used at the World's Fair and at Coney Island.

The barge was one of four being used for the display, an annual event sponsored by Macy's department store. It was estimated that 500,000 persons watched the show from the New Yprk and New Jersey sides of the river. Most of them were unaware of the tragedy.

Among those who testified yesterday at the Fire Department hearing were John Serpico, president of the International Fireworks Company of North Bergen, N. J., which staged the display, and Nicholas Petterson, president of the Petterson Lighterage and Towing Company of 90 West Street, the owner of the barges.

The two men who were killed were Anthony DiFrancesca, 41 years old, of 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., and Anthony Amato, 60, of 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

A medical examiner's report listing drowning as the cause of the deaths mentioned no injuries from the explosion. It was not known whether the victims were unconscious when they were blown into the water by the blast.

Four other men from the barge were rescued from the water, treated for burns and released.

Mr. DiFrancesca was chief of the Sparkill Volunteer Fire Department. During World War II he survived the invasions of North Africa and Italy, serving as a sergeant with the Army combat engineers.

A brother, Americo DiFrancesca, 38, also has been employed in setting off fireworks displays. He said Anthony had returned early Tuesday from Puerto Rico, where he had gone on another fireworks show.

“I was supposed to go with him last night, but I wasn’t able to make it,” Americo said yesterday.

As fireworks jobs are seasonal, he said, Anthony was a master plumber the rest of the vear.

The men who handle the pyrotechnical displays for the company are not unionized. Their pay ranges from $50 to $200 a job. They are covered heavily by insurance. They wear no special protective clothing, but dress in long‐sleeved shirts and caps so they wjll not be burned by the showers of sparks from shells that burst aloft.

Anthony is survived by an‐, other brother, Emil, and by five sisters, Viola, Theresa, Amelia, Jemma and Elvera.

The barge on which the explosion occurred was a heavy, wooden uncovered craft, 120 feet long and 30 feet wide. It was towed by tugboats. The explosion caused only minor damage to the barge.

In the armory explosion, tne critically injured Guardsmen were Lawrence Goldberg, 19, of 64‐35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, and Erwin Schiller, 33, of 1792 Walton Avenue, the Bronx. They are in Bellevue Hospital.

Bruce Sternberg, 24, ot bb-lo 102d Street, Forest Hills, was reported in fair condition at Columbus Hospital. The other Guardsmen injured in the explosion were discharged after examinations.

About 385 Guardsmen in the army drill shed above the ex‐' plosion area were uninjured.


2 IN BARGE BLAST DIED OF DROWNING Armory Explosion Is Laid to Sewer Gas—Inquiries On

The deaths of two men employed on a fireworks barge that exploded Tuesday night in the Hudson River were attributed yesterday to drowning.

That was determined in the Investigations being made into the barge explosion and another blast the same evening in the sub‐basement of the 71st Regiment Armory at 33d Street and Park Avenue. At the armory, 19 National Guardsmen were injured, two of them critically.

Fire Commissioner Edward Thompson said the explosion that wrecked the ammunition room of the armory was caused by sewer gas ignited by a cigarette. “Two men were down there and were srnoking,” he said.

The Commissioner earlier had ordered inquiries into both explosions by Chief Fire Marshal Martin Scott. Police were also investigating the two cases.

The armory explosion is being checked for possible sabotage by the Federal Bureau of Investigation, while the Coast Guard is conducting its own inquiry into the barge explosion.

Commissioner Thompson said the investigation of the fireworks explosion indicated that it had been caused by a defective shell that failed to rise. The shell, he said, fell on the deck of the barge and set off cases of other shells.

The Commissioner also said the Fire Department was “very seriously considering” banning similar fireworks displays unless they were set off by remote control. That method is used at the World's Fair and at Coney Island.

The barge was one of four being used for the display, an annual event sponsored by Macy's department store. It was estimated that 500,000 persons watched the show from the New Yprk and New Jersey sides of the river. Most of them were unaware of the tragedy.

Among those who testified yesterday at the Fire Department hearing were John Serpico, president of the International Fireworks Company of North Bergen, N. J., which staged the display, and Nicholas Petterson, president of the Petterson Lighterage and Towing Company of 90 West Street, the owner of the barges.

The two men who were killed were Anthony DiFrancesca, 41 years old, of 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., and Anthony Amato, 60, of 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

A medical examiner's report listing drowning as the cause of the deaths mentioned no injuries from the explosion. It was not known whether the victims were unconscious when they were blown into the water by the blast.

Four other men from the barge were rescued from the water, treated for burns and released.

Mr. DiFrancesca was chief of the Sparkill Volunteer Fire Department. During World War II he survived the invasions of North Africa and Italy, serving as a sergeant with the Army combat engineers.

A brother, Americo DiFrancesca, 38, also has been employed in setting off fireworks displays. He said Anthony had returned early Tuesday from Puerto Rico, where he had gone on another fireworks show.

“I was supposed to go with him last night, but I wasn’t able to make it,” Americo said yesterday.

As fireworks jobs are seasonal, he said, Anthony was a master plumber the rest of the vear.

The men who handle the pyrotechnical displays for the company are not unionized. Their pay ranges from $50 to $200 a job. They are covered heavily by insurance. They wear no special protective clothing, but dress in long‐sleeved shirts and caps so they wjll not be burned by the showers of sparks from shells that burst aloft.

Anthony is survived by an‐, other brother, Emil, and by five sisters, Viola, Theresa, Amelia, Jemma and Elvera.

The barge on which the explosion occurred was a heavy, wooden uncovered craft, 120 feet long and 30 feet wide. It was towed by tugboats. The explosion caused only minor damage to the barge.

In the armory explosion, tne critically injured Guardsmen were Lawrence Goldberg, 19, of 64‐35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, and Erwin Schiller, 33, of 1792 Walton Avenue, the Bronx. They are in Bellevue Hospital.

Bruce Sternberg, 24, ot bb-lo 102d Street, Forest Hills, was reported in fair condition at Columbus Hospital. The other Guardsmen injured in the explosion were discharged after examinations.

About 385 Guardsmen in the army drill shed above the ex‐' plosion area were uninjured.


2 IN BARGE BLAST DIED OF DROWNING Armory Explosion Is Laid to Sewer Gas—Inquiries On

The deaths of two men employed on a fireworks barge that exploded Tuesday night in the Hudson River were attributed yesterday to drowning.

That was determined in the Investigations being made into the barge explosion and another blast the same evening in the sub‐basement of the 71st Regiment Armory at 33d Street and Park Avenue. At the armory, 19 National Guardsmen were injured, two of them critically.

Fire Commissioner Edward Thompson said the explosion that wrecked the ammunition room of the armory was caused by sewer gas ignited by a cigarette. “Two men were down there and were srnoking,” he said.

The Commissioner earlier had ordered inquiries into both explosions by Chief Fire Marshal Martin Scott. Police were also investigating the two cases.

The armory explosion is being checked for possible sabotage by the Federal Bureau of Investigation, while the Coast Guard is conducting its own inquiry into the barge explosion.

Commissioner Thompson said the investigation of the fireworks explosion indicated that it had been caused by a defective shell that failed to rise. The shell, he said, fell on the deck of the barge and set off cases of other shells.

The Commissioner also said the Fire Department was “very seriously considering” banning similar fireworks displays unless they were set off by remote control. That method is used at the World's Fair and at Coney Island.

The barge was one of four being used for the display, an annual event sponsored by Macy's department store. It was estimated that 500,000 persons watched the show from the New Yprk and New Jersey sides of the river. Most of them were unaware of the tragedy.

Among those who testified yesterday at the Fire Department hearing were John Serpico, president of the International Fireworks Company of North Bergen, N. J., which staged the display, and Nicholas Petterson, president of the Petterson Lighterage and Towing Company of 90 West Street, the owner of the barges.

The two men who were killed were Anthony DiFrancesca, 41 years old, of 6 Organgeburg Road, Sparkill, N. Y., and Anthony Amato, 60, of 760 Golden Avenue, Secaucus, N. J.

A medical examiner's report listing drowning as the cause of the deaths mentioned no injuries from the explosion. It was not known whether the victims were unconscious when they were blown into the water by the blast.

Four other men from the barge were rescued from the water, treated for burns and released.

Mr. DiFrancesca was chief of the Sparkill Volunteer Fire Department. During World War II he survived the invasions of North Africa and Italy, serving as a sergeant with the Army combat engineers.

A brother, Americo DiFrancesca, 38, also has been employed in setting off fireworks displays. He said Anthony had returned early Tuesday from Puerto Rico, where he had gone on another fireworks show.

“I was supposed to go with him last night, but I wasn’t able to make it,” Americo said yesterday.

As fireworks jobs are seasonal, he said, Anthony was a master plumber the rest of the vear.

The men who handle the pyrotechnical displays for the company are not unionized. Their pay ranges from $50 to $200 a job. They are covered heavily by insurance. They wear no special protective clothing, but dress in long‐sleeved shirts and caps so they wjll not be burned by the showers of sparks from shells that burst aloft.

Anthony is survived by an‐, other brother, Emil, and by five sisters, Viola, Theresa, Amelia, Jemma and Elvera.

The barge on which the explosion occurred was a heavy, wooden uncovered craft, 120 feet long and 30 feet wide. It was towed by tugboats. The explosion caused only minor damage to the barge.

In the armory explosion, tne critically injured Guardsmen were Lawrence Goldberg, 19, of 64‐35 Yellowstone Boulevard, Forest Hills, Queens, and Erwin Schiller, 33, of 1792 Walton Avenue, the Bronx. They are in Bellevue Hospital.

Bruce Sternberg, 24, ot bb-lo 102d Street, Forest Hills, was reported in fair condition at Columbus Hospital. The other Guardsmen injured in the explosion were discharged after examinations.

About 385 Guardsmen in the army drill shed above the ex‐' plosion area were uninjured.


Guarda il video: Esplode un fabbricato a Filattiera, i Vigili del Fuoco scavano fra le macerie (Ottobre 2021).