Altro

Cucinare le feste con Christina Tosi

Cucinare le feste con Christina Tosi


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Quando stai cercando un consiglio di cucina per le vacanze, chi meglio chiedere un consiglio di cucina per le vacanze di Christina Tosi, chef/fondatrice/proprietaria del Momofuku Milk Bar, esperta e impegnata?

Tosi, che ha vinto il James Beard Award come miglior pasticcere all'inizio di quest'anno, è nota per i suoi dolci giocosi dallo stile stravagante e per l'elenco a volte insolito di ingredienti, che include fiocchi di mais, fondi di caffè e patatine, solo per citarne alcuni.

Quest'anno Tosi è stato impegnato a giudicare MasterChef e MasterChef Junior, lanciando un pop-up Milk Bar a Madison Square Park, espandendo il suo impero Milk Bar a Washington e pubblicando il suo secondo libro di cucina Latte Bar Life.

Ci siamo presi un minuto per incontrare Tosi per scoprire quali sono le sue ricette natalizie preferite di tutti i tempi, alcuni trucchi da forno tanto necessari per lavorare in una crisi di tempo e come creare il suo caratteristico look da "torta nuda" con la sua ultima creazione, La torta Baileys di Tosi (perfetta per stupire alle feste natalizie se riesci a evitare di tagliarla immediatamente).

Il pasto quotidiano: quali sono alcune delle tue ricette natalizie preferite di tutti i tempi?

Christina Tosi: Non è vacanza senza biscotti! I miei preferiti in questo periodo dell'anno sono tutti abbastanza esilaranti nel mio secondo libro di cucina Latte Bar Life — un lotto di biscotti ritagliati, glassati e decorati; la Greta, la ricetta di mia madre per le barrette di zucchero condivise con il mondo; o i biscotti di farina d'avena di mia nonna.

Se sono con le mie nipotine, qualsiasi tipo di cereale legato con marshmallow, colorato di verde, a forma di ciambella e adornato a festa con i fiocchi rossi, rende i più squisiti Wreath Krispie Treats!

Puoi condividere alcuni dei tuoi trucchi natalizi preferiti per la cottura al forno?

Per quanto mi piace lavorare, mi preparo facendo il più possibile in anticipo. Ci sono un sacco di biscotti che puoi preparare con l'impasto o raccogliere l'impasto in anticipo, il che rende davvero facile portare a termine il lavoro.

Uno dei miei trucchi preferiti con i biscotti è venuto da mia nonna. Nel conservare i tuoi biscotti, metti una fetta di pane nel contenitore con i tuoi biscotti. Questo è il modo migliore per mantenere i tuoi biscotti belli e umidi. Darà nuova vita ai tuoi biscotti per tre o quattro giorni.

Quali sono alcuni dei tuoi consigli per cuocere in grandi lotti per feste, regali commestibili, ecc.?

Prepara una grande quantità di panini alla cannella e dividili singolarmente non cotti. Manda i tuoi ospiti a casa con loro e le istruzioni per cuocere e glassare la mattina successiva. È un ballerino regalo di addio che continua a dare.

Per un party più cocktail, adoro triplicare la ricetta delle noci di rosmarino, da Latte Bar Life e mettili in piccoli barattoli di vetro con un nastro e un cartellino per ogni ospite! Metto fuori alcune ciotole degli avanzi così le persone possono fare uno spuntino mentre bevono e si emozionano per quello che portano a casa!

Quali sono i tuoi dolci preferiti da servire alle grandi feste?

Un divertente regalo per le vacanze di cui non ne ho mai abbastanza sono i bastoncini di zucchero! Li mangio direttamente, li piego in quasi tutte le ricette e adoro mescolarli nella cioccolata calda con una spruzzata di Baileys Irish Cream come trattamento dopo cena. Questo è sempre un piacevole piacere per la folla!

Se vuoi davvero alzare il volume come ospite, crea delle piccole ricette per la cioccolata calda e manda la gente a casa con le loro piccole bottiglie di Baileys da ricreare in un'altra divertente notte d'inverno!

Sei noto per le tue torte nude. Come possono i lettori ricreare quello sguardo a casa?

Sapere che non nasconderai i ripieni e il divertimento di una torta dietro una guaina di fondente o glassa significa che puoi davvero giocare con il colore e la consistenza all'interno del profilo aromatico di una torta! Qualsiasi cosa spalmabile o materica può essere un ripieno di torta. Assicurati solo di avere una buona struttura per costruire la tua torta: usiamo un anello per torta da 6 "o 10" e una striscia di acetato per permetterci di costruire la torta e poi scartarla una volta che è stata stratificata e fissata nel congelatore durante la notte!

Hai qualche consiglio per glassare le torte e mantenere gli strati uniformi?

Quando assembliamo le nostre torte a strati al Milk Bar, usiamo un cucchiaio piegato per distribuire la glassa e il ripieno tra ogni strato, con molta attenzione alla consistenza, alla temperatura e ai tempi!

Puoi parlarci un po' della tua ultima creazione, la torta Baileys?

Frutto della passione, cioccolato e crema irlandese al Baileys è uno dei miei trii di gusti preferiti. Sebbene la combo suoni un po' là fuori, è una misura incredibilmente perfetta! (Fidati di me, so una cosa o due...)

È una torta con gocce di cioccolato, imbevuta di Baileys, poi stratificata con cagliata al frutto della passione, briciole di cioccolato e una glassa alla crema irlandese Baileys con aggiunta di caffè. È una nuova tradizione divertente, luminosa e festosa da inserire in questa stagione delle vacanze!


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dessert classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Noi no, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e mi ha riportato indietro a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e riflettere su quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina, come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile.Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato.Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione.Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?


Christina Tosi del Milk Bar vuole che tu inzuppi la tua torta nel caffè e rompi questa regola del tiramisù dorato

Ho una confessione da fare: io e il mio ragazzo non solo guardiamo Masterchef Junior, piangiamo alla fine di quasi ogni episodio. Veramente. Io e il mio uomo ci stringiamo l'un l'altro e piagnucoliamo come fossette, con gli occhi lucidi, a volte con l'arco, spesso vestiti meglio della maggior parte degli adulti che conosciamo, il bambino viene mandato a casa dalla competizione quando lei o la sua creazione culinaria non si incontrano del tutto il segno. È qui che ho conosciuto per la prima volta Christina Tosi, la Masterchef giudicare con un sorriso da Cheshire e un'insaziabile golosità. Quando le dico che Masterchef Junior mi colpisce nel profondo del cuore, mi assicura che i ragazzi che se ne vanno si riprendono presto. E io le credo.

Tosi è il fondatore e l'idea dietro Milk Bar, un'azienda di dessert che celebra il suo decimo anniversario oggi, 15 novembre 2014, e che ha cambiato la cultura del dessert a New York prima di cambiare la cultura del dessert ovunque. Tosi si è presa una pausa lavorando nei ristoranti raffinati di New York City Bouley e wd

50, l'ultimo dei quali è diventato un banco di prova per molti dei dessert che ora vivono nel menu del Milk Bar. Ma è stato solo quando ha incontrato e collaborato con David Chang del gruppo di ristoranti Momofuku che i semi per Milk Bar come lo conosciamo sono stati seminati. (Se non hai visto il suo episodio di La tavola dello chef, il momento è adesso.) La creatività di Tosi e il desiderio incessante di capovolgere la tradizione quando si tratta di dolci classici (la torta di scacchi è diventata la torta di scacchi il latte di cereali avanzato è diventato un ingrediente non usa e getta le torte di compleanno hanno debuttato nude prima che esistesse la tendenza della torta nuda) off—Milk Bar è un vero e proprio impero della pasticceria, con 15 sedi e contando negli Stati Uniti e a Toronto (un flagship store di Los Angeles ha aperto su Melrose Avenue nel 2018).

Ho incontrato Tosi per saperne di più sulla sua nuova partnership con il caffè Folgers (giusto in tempo per la stagione dei dolci natalizi), sui suoi ricordi di sapore più nostalgici e su come l'inclusività sia determinante nel suo marchio e nella sua filosofia di cottura.

Nicole Adlman (NA): Qual è il tuo cibo preferito per le vacanze o il tuo ricordo di sapore?
Cristina Tosi (CT): Abbiamo una tradizione nella mia famiglia in cui i panini alla cannella appaiono magicamente al mattino presto, la mattina di ogni vacanza. E ho iniziato ad assumermi la responsabilità quando ero un adolescente e ad affinare la mia ricetta più amata del panino alla cannella. Impastare l'impasto a tarda notte la sera prima e fare il ripieno appiccicoso e arrotolarlo e prepararlo, quindi metto la sveglia per le prime ore del mattino, le cinque o le sei, per tirarli fuori, lasciare loro prova. E poi li cuocevo al forno, e l'odore dei panini alla cannella appena sfornati si diffondeva in qualunque casa mi trovassi. E mi metto su quella glassa al formaggio cremoso e fa alzare tutti dal letto, si fanno versare il loro bel caffè nelle tazze , e tutti impazziscono per questi panini alla cannella. E questo è molto prima che iniziamo a pensare a qualsiasi altro cibo per il resto della giornata.

NA: Hai capito se quell'aspetto magico era qualcosa che tua nonna o tua madre hanno fatto per te crescendo?
TC: In realtà non so chi abbia iniziato la tradizione. So che quando ero, non ricordo bene, penso di avere 16 o 17 anni, ho ripreso la tradizione da mia madre e ho detto, lo farò quest'anno. E una volta che alzi la mano e dici “I’sarà quello che si sveglia alle sei del mattino,” nessuno discute con te. Ma è solo il mio sapore preferito e il mio ricordo di cibo, e la mia cosa preferita da fare. C'è qualcosa nel guardare tutti svegliarsi davanti a una gloriosa tazza di caffè e un panino alla cannella appiccicoso.

NA: Vendi una versione concreta di quella nostalgia al Milk Bar?
TC: Non lo sappiamo, ma la ricetta è arrivata Latte Bar Life, il nostro secondo libro di cucina. Vendevamo quei panini alla cannella 10 anni fa, quando abbiamo aperto per la prima volta il Milk Bar. E poi l'abbiamo trasformata in una torta di ciambelle alla cannella. I panini alla cannella sono così decadenti che non dovresti davvero mangiarli tutti i giorni, succede solo a casa nostra in occasioni speciali.

NA: Cosa ti ha colpito della partnership e dell'ideazione della ricetta con Folgers?
TC: Il caffè e praticamente qualsiasi tipo di dessert vanno di pari passo. Sono un grande e pazzo fanatico del caffè e vivo di caffè e vivo di torta, come puoi immaginare. Gran parte del mio lavoro professionale viene svolto tornando indietro nella memoria e imbattendomi nei sapori e nei sentimenti nostalgici della mia infanzia, e il caffè Folgers è stato una parte molto importante della mia educazione. Mio padre preparava la sua pentola ogni mattina prima di andare a lavorare al Dipartimento dell'Agricoltura, e l'idea di questa partnership mi è sembrata divertente, vivace e in qualche modo mi ha riportato a quando ho iniziato a lavorare in cucina. Ed è stato fantastico parlare e pensare a quale sia l'abbinamento perfetto tra dessert e caffè, o più appropriatamente che aspetto hanno torta e caffè, e creare diverse ricette per ispirare i fornai di casa.

NA: Cosa ami in particolare del sapore del caffè e quali sono alcuni modi inaspettati in cui possiamo usare il caffè nella cottura al forno o in una cucina salata?
TC:
Quindi il sapore del caffè, proprio come alcuni dei miei gusti preferiti con cui giocare in cucina come il frutto della passione e il cioccolato, ha la capacità di essere così versatile. Tiene molto bene le note cremose, tiene molto bene le note grasse. Può essere sia amaro che floreale e acido e ricco e audace. Ci sono note dolci e tranquille, a seconda di come lo abbini o come lo usi, e quindi è un ingrediente che adoro. C'è qualcosa in…Penso che quando sei un cuoco in una cucina per iniziare, vivi di caffè. Lavori davvero molte ore, lavori molto dopo che tutti sono andati a letto la sera o molto prima che tutti si sveglino la mattina. E quel rapporto che hai con il primo sorso di caffè della tua giornata è un rapporto singolare. Ti rannicchi sopra la tua tazza di caffè caldo e sembra un caldo abbraccio quando non c'è nessuno in giro.

A livello davvero emotivo e in un modo davvero dolce, ancora oggi mi rannicchierò o abbraccerò la mia tazza di caffè, anche se la prendo in metropolitana per andare al lavoro. E per me il caffè celebra anche la bellezza del momento solitario che hai dove sei solo tu e il mondo. O andrai al lavoro, tornerai a casa, o sai, cuocendo l'ultimo lotto di qualcosa o il primo lotto di qualcosa. E quindi penso che lo trovi in ​​molta cucina dolce e salata perché è sia un elemento della vita di un cuoco sia un ingrediente che tutti noi amiamo per la sua versatilità.

Il mio modo preferito per introdurlo di nascosto, per stupirlo nelle cose, è usarlo come ammollo per torte. Mettiamo in ammollo tutte le torte che facciamo, che io sia a casa o in cucina. L'ammollo della torta è un modo divertente per aggiungere sapore e umidità a una torta e usare un sapore inaspettato come il caffè appena fatto è un modo molto divertente per farlo. Come con la mia torta a strati tiramisù, dove praticamente prendo una torta alla vaniglia e la inzuppo o la spennello con una miscela di caffè davvero audace che può mantenere un tono e rendere il dessert più ricco e umido.

Adoro usare il caffè, un cucchiaino o due, quando preparo una glassa, una torta o una ricetta di biscotti. Penso che aggiunga sia grandi note aromatiche, ma anche una grande consistenza. Ad esempio, uso il caffè macinato nella torta di libbra di biscotti al compost e fornisce entrambi. Se preparo qualcosa come una glassa, potrei aggiungere caffè appena fatto o caffè istantaneo o entrambi per aggiungere un tocco in più, uno zazz, un vero pugno di sapore. Nessuno dei miei dolci è un sussurro di sapore. Sono tutti molto audaci ed esistono per tenere un tono su un tavolo. Quindi il caffè aiuta a rafforzare quei profili di sapore. Mi piace come ingrediente segreto nei miei dolci al cioccolato, che esalta il sapore del cioccolato. Può contenere sia una crostata di frutta super delicata che un bel caffè dal corpo leggero, e può andare fino in fondo e selvaggio e intenso come un delizioso dessert al cioccolato super ricco abbinato a una miscela scura.

NA: Prenderò sicuramente un caffè dopo questo.
TC: Infatti, NO?



Commenti:

  1. Rudyard

    non proprio

  2. Vikus

    Congratulazioni, penso che questa sia una grande idea

  3. Nels

    Credo che tu abbia torto. Sono sicuro. Posso difendere la mia posizione.

  4. Mamdouh

    La tua idea è semplicemente eccellente

  5. Ulmar

    Persone, rispettamoci a vicenda ... Penso che lo scrittore abbia ragione, beh, avrebbe potuto essere più morbido. P. S. Mi congratulo con te per l'ultimo Natale!

  6. Kazrarr

    Confermo. Succede. Discutiamo questo problema.

  7. Dutaxe

    Il giorno attuale è già passato. Dove sono le specifiche? ;-)



Scrivi un messaggio