Altro

Starbucks testa le bibite ad Atlanta, Austin


Cerca le nuove bibite artigianali

Sembra che le voci fossero vere: Starbucks sta spingendo in avanti con le sue nuove bibite fatte a mano, testando le nuove bevande nei negozi di Atlanta e Austin.

Lo riporta il Wall Street Journal che le nuove bevande - birra alla radice, ginger ale e soda al limone e lime - vengono vendute al dettaglio per $ 2,45 per un alto, $ 2,95 per un grande e $ 3,45 per un venti ad Atlanta. (I prezzi variano in base ai mercati regionali.) È l'ultima mossa di Starbucks per espandere la sua portata oltre il caffè. Una portavoce di Starbucks ha dichiarato al Wall Street Journal che l'azienda è interessata a "capire come questa nuova estensione di prodotto si adatta alla routine quotidiana dei nostri clienti per tutta la giornata" e che è troppo presto per dire se le bevande sono un successo nei suoi due mercati finora. Proverai i nuovi drink di Starbucks, residenti ad Austin e Atlanta?


Starbucks sta segretamente permettendo ai clienti di carbonizzare il loro caffè

Starbucks sta saltando sul carro dello streaming di soda. E sorprendentemente sta permettendo ai clienti di alcuni negozi in tutto il mondo di carbonare non solo succhi e bibite, ma anche una selezione delle sue bevande a base di caffè e tè.

La società ha segretamente testato il mercato delle "bibite artigianali" dalla scorsa primavera, utilizzando macchine per la carbonatazione simili a Sodastream dietro i banchi in alcuni negozi per aggiungere frizzantezza alle bevande quando un cliente le ordina. I clienti di Starbucks hanno chiesto di gasare una sfilza di altre bevande, inclusi tè e caffè, e Starbucks lo ha effettivamente consentito.

L'offerta era un esperimento limitato ad alcuni negozi in Giappone, Singapore, Atlanta e Austin, Texas. Starbucks ora dice di essere soddisfatto dei risultati e si è mosso per registrare il nome Fizzio come parte dei suoi piani ancora non ufficiali per lanciare una linea di bibite in buona fede, o per lo meno un componente aggiuntivo ufficiale di carbonatazione.

Il CEO Howard Schultz sta ora chiamando la soda come una nuova iniziativa per il gigante del caffè in futuro. “Carbonazione. Questa è una nuova categoria per noi", ha detto Shultz agli investitori durante l'ultima chiamata sugli utili della società. "Pensiamo che sia un'opportunità significativa", ha aggiunto, definendo i recenti test "molto incoraggianti".

Come parte dei test, i clienti sono stati incoraggiati a provare le tre bevande gassate: ale al limone, ale allo zenzero e birra alla radice speziata. Starbucks li ha commercializzati selettivamente in questo modo:

Ma è più probabile che tu non ne abbia sentito parlare: la compagnia ha mantenuto il suo esperimento piuttosto silenzioso. È stato anche abbastanza tranquillo sul fatto che le sue tre offerte pubblicizzate non sono le uniche bevande che i clienti possono far esplodere i baristi. Stanno aggiungendo effervescenza alla maggior parte delle cose che un cliente richiede. Gli unici vincoli reali e rigidi finora sono stati le bevande espresso e i Frappuccino, che l'azienda non è ancora in grado di gestire la gassatura, ha detto un portavoce di Starbucks a Quartz.

Parte dell'impulso originale per testare le bibite, secondo il portavoce, è la consapevolezza che i clienti preferiscono bevande più leggere e rinfrescanti nel corso della giornata, e quelle gassate offrono esattamente questo. Ma Starbucks non si limita a offrire roba frizzante in lattina o in bottiglia, si aggrappa alla popolarità dei flussi di soda gassando le bevande, sul posto, dietro il bancone.

Data la volontà di Starbucks di carbonare più delle sole tre bevande pubblicizzate, compresi i suoi caffè, la società potrebbe anche posizionarsi per rendere la carbonatazione il più recente componente aggiuntivo comune. Ciò significa che chiedere un tè alto, non zuccherato e gassato potrebbe presto essere la norma, e assicurarsi che il tuo ordine non sia gassato potrebbe presto essere un must se non ti piace questo genere di cose.

Resta da vedere se Starbucks lancerà effettivamente una linea di bevande gassate chiamata Fizzio, ma c'è molto da suggerire che per lo meno puoi aspettarti che il tuo barista Starbucks armeggi con un gasatore nel prossimo futuro. Alla domanda se l'obiettivo di Starbucks sia quello di portare la gassatura sul posto a un punto in cui la gassatura di una bevanda è simile, ad esempio, all'aggiunta di una pompa di vaniglia o di un espresso in più, un portavoce dell'azienda ha risposto: "Direi che è un prossimo passo naturale nelle nostre opzioni di personalizzazione.”


Starbucks si espande nelle bevande analcoliche mentre le voci di SodaStream ribollono

Nella sua ricerca per diventare il tuo punto di riferimento per tutte le cose bevibili, Starbucks si sta spingendo su un nuovo fronte: la soda.

Il gigante del caffè ha annunciato ieri che offrirà bevande gassate "artigianali" con il nome "Fizzio" in 3.000 negozi negli Stati Uniti, nonché a Singapore, Corea del Sud e Cina, entro la fine del 2014.

Starbucks ha iniziato a testare le bibite artigianali ad Atlanta e Austin, in Texas, alla fine dell'anno scorso. Attualmente, la catena offre tre bibite - Golden Ginger Ale, Spiced Root Beer e Lemon Ale - che vengono gassate immediatamente dopo l'ordine dei clienti. Tuttavia, secondo quanto riferito, Starbucks prevede di aggiungere ulteriori aromi locali rilevanti nel corso dell'estate.

Mentre Starbucks ha presentato una domanda di marchio per "Fizzio" come nome per le macchine per la produzione di bevande gassate lo scorso settembre, ci sono state voci secondo cui la catena del caffè sta osservando una nota azienda di macchine per bevande gassate: SodaStream. In un potenziale affare da 1 miliardo di dollari, il sito web di notizie economiche israeliane Globes riferisce che Starbucks è in trattative avanzate per acquisire una quota del 10% nella società.

Anche se il caffè frizzante non è la tazza di tè di tutti (sì, è davvero una cosa), Starbucks ha dimostrato di essere desideroso di espandersi in nuovi mercati. All'inizio di quest'anno, Starbucks ha annunciato che negozi selezionati avrebbero venduto vino e birra la sera. La catena ha anche enfatizzato le sue offerte per il pranzo, testando nuovi prodotti oltre al lancio dell'anno scorso dei prodotti di pasticceria La Boulange.


Starbucks tira fuori la soda

Starbucks sta per fare un calcolo freddo e gassato.

Martedì, il designer del caffè cercherà di diventare anche un titano delle bevande analcoliche di design, con il lancio di tre gusti di bibite artigianali Fizzio prodotte da baristi in più di 3.000 sedi negli Stati Uniti Sunbelt. È un'offerta attentamente calcolata per tamburellare gli affari pomeridiani ed evolvere un'altra specialità di bevande.

Se funziona, Starbucks avrà dato alla gente un motivo in più per pagare volentieri un premio per le bevande che sono in parte spettacolo e in parte esibizione.

"Stiamo cambiando il gioco in termini di come ottenere una bevanda gassata", afferma Josh Fine, brand manager di Fizzio. "Come quello che Starbucks ha fatto al caffè 40 anni fa, pensiamo di poterlo fare nello spazio della carbonatazione".

Le bibite hanno prezzi Starbucks: circa $ 2,45 per un "alto". (Un caffè "alto" costa circa $ 1,80.)

Gli stessi baristi che ora mettono in scena uno spettacolo preparando caffelatte ed espresso passeranno attraverso un sacco di frizzanti e scoppiettanti per prepararti una birra alla radice, una birra allo zenzero o una birra al limone. E ottieni questo: sono privi di caffeina.

Ci vogliono solo circa 85 secondi per un barista per fare un drink Fizzio, quindi non si tradurranno in lunghe file, dice Fine. E mentre le macchine sono rumorose, dice che aggiungeranno - non sottraggono - per memorizzare l'atmosfera. Starbucks non dirà quando le bibite saranno in tutti i negozi.

Per Starbucks, si tratta di prendere piede nel mercato globale delle bevande gassate da 400 miliardi di dollari. Mentre le vendite di bevande gassate sono diminuite negli Stati Uniti per anni, Starbucks calcola di poter attirare i Millennial attenti alla nutrizione con bibite gassate ma senza conservanti o additivi artificiali e senza sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

"L'aggiunta di nuove occasioni per bere è la chiave per la crescita (di Starbucks)", afferma Michael Silverstein, senior partner del Boston Consulting Group. L'azienda si sta anche espandendo nel tè con l'acquisto e l'espansione del marchio Teavana.

Inoltre, le bevande analcoliche fatte in casa sono calde. L'anno scorso sono stati nominati il ​​miglior trend delle bevande nel sondaggio annuale della National Restaurant Association sui migliori chef.

Circa un anno fa, Starbucks ha iniziato a testare le bibite ad Austin e Atlanta. In quei mercati, oltre a Houston, sta anche testando una cola con caffeina con un pizzico di agrumi e miele, dice Fine.

Le bibite sono realizzate con una macchina sviluppata da Starbucks e dal partner Cornelius. Non combina l'acqua gassata con lo sciroppo come nella maggior parte delle macchine commerciali. Invece, i sapori e le spezie sono combinati in una grande garza - come una grande bustina di tè - e immersi in acqua calda. Gli acquirenti possono richiedere carbonatazione leggera, standard o extra.

In alternativa alla soda, puoi ottenere quella carbonatazione in un tè freddo o Starbucks Refresher per 50 centesimi in più.

E mentre non è possibile ordinare una vera birra alla radice - Starbucks non vende gelati - alcune persone durante i test hanno chiesto una birra alla radice mescolata con un Frappuccino alla vaniglia. "Non è nel menu", afferma Fine, "ma i nostri clienti possono essere piuttosto creativi".


Starbucks marchierà "Fizzio" tra i test delle bibite

NEW YORK, N.Y.—Starbucks ha presentato una domanda di marchio per il termine 𠇏izzio” mentre continua il suo test sulle bevande gassate.

La società di caffè con sede a Seattle afferma nel deposito presso l'Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti che il nome sarebbe per le macchine per la produzione di bevande, nonché una varietà di bevande, comprese le bevande analcoliche.

Zack Hutson, un portavoce di Starbucks, ha dichiarato mercoledì che il deposito è correlato al test delle bibite dell'azienda ad Atlanta e Austin, iniziato a giugno. Starbucks Corp. ha testato tre gusti nelle location: Lemon Ale 2014, Original Ginger Ale e Spiced Root Beer. Offre inoltre ai clienti la possibilità di gasare altre bevande, come tè freddo e caffè freddo, senza alcun costo aggiuntivo.

𠇏inora la risposta dei clienti nei mercati di prova è stata positiva,” Hutson.

I test della soda segnano l'ultima mossa di Starbucks per espandersi oltre il caffè. L'azienda sta anche cercando di passare alla categoria dei succhi premium in rapida crescita con i suoi succhi Evolution Fresh. Recentemente ha anche acquisito una catena di negozi di tè chiamata Teavana, affermando che il tè rappresenta una grande opportunità di crescita.


Starbucks ora offre Fizz come componente aggiuntivo personalizzato in alcuni negozi

Che ne dici di un latte scremato e speziato di zucca con bollicine? Presto potresti avere un nuovo componente aggiuntivo per il tuo ordine Starbucks preferito, poiché la catena di caffè consente ai clienti nei negozi di Atlanta e Austin, in Texas, di gasare una selezione di bevande a base di caffè e tè.

I negozi sono serviti come siti di prova per le tre bibite artigianali di Starbucks & mdash Golden Ginger Ale, Spiced Root Beer e Lemon Ale & mdash che vengono gassate immediatamente dopo l'ordine dei clienti. Mentre le nuove bibite sono state pubblicizzate da Starbucks, la capacità di gasare Starbucks Refreshers, bevande a base di tè e caffè è stata pubblicizzata meno ampiamente.

Nei negozi Starbucks che trasportano macchine per la carbonatazione, i dipendenti hanno chiesto ai clienti se vogliono aggiungere la carbonatazione, secondo un portavoce di Starbucks.

Con la nuova opzione di personalizzazione, i clienti hanno gustato tè gassati e bevande rinfrescanti. Starbucks sconsiglia bevande gassate al caffè come Frappuccino o latte macchiato. Le miscele di caffè bionde o più leggere sono possibili, ma sconsigliate.

"È solo un test iniziale", afferma un portavoce di Starbucks, il quale ha affermato che il gigante del caffè non ha attualmente una tempistica precisa su quando altri fan delle bollicine possono aspettarsi l'opzione nel loro Starbucks locale. Tuttavia, poiché più negozi ottengono macchine per la carbonatazione, Starbucks attualmente prevede di lanciare contemporaneamente bibite e carbonatazione artigianali come componenti aggiuntivi.

A settembre, Starbucks ha presentato una domanda di marchio per il termine &ldquoFizzio&rdquo come nome per le macchine per la produzione di bevande.

Le macchine per la carbonatazione sono in aumento. Sodastream, la macchina per la carbonatazione domestica più popolare, vende prodotti in oltre 60.000 negozi al dettaglio in 45 paesi. Il recente Culinary Forecast 2014 della National Restaurant Association ha rilevato che il 61% degli chef ha affermato che le bevande analcoliche fatte in casa sarebbero state una tendenza calda nel 2014, rendendola la più grande tendenza nelle bevande analcoliche.

Starbucks ha sempre presentato componenti aggiuntivi, che si tratti di sostituire il latte di soia o aggiungere una pompa di vaniglia senza zucchero. Poiché l'azienda lancia macchine per la carbonatazione e bibite artigianali in tutto il mondo, la capacità di aggiungere effervescenza ad altre bevande potrebbe essere la prossima frontiera di Starbuck.


Starbucks si unisce al Fizzy Field?

SEATTLE -- Starbucks ha depositato una domanda di marchio per il termine "Fizzio" mentre continua a testare le bevande gassate, ha riferito l'Associated Press.

La società di caffè con sede a Seattle ha dichiarato nel deposito presso l'Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti che il marchio sarebbe per le macchine che producono bevande, nonché una varietà di bevande, comprese le bevande analcoliche.

Zack Hutson, un portavoce di Starbucks Corp., ha dichiarato all'agenzia di stampa che il deposito è correlato al test delle bibite dell'azienda ad Atlanta e Austin, iniziato a giugno.

L'azienda ha testato tre gusti nelle location: ale al limone, ale allo zenzero e birra alla radice. Offre inoltre ai clienti la possibilità di gasare altre bevande, come il tè freddo.

"Finora, la risposta dei clienti nei mercati di prova è stata positiva", ha affermato Hutson.

"Anche se è all'inizio del processo di sviluppo, l'ingresso di Starbucks nel mercato delle bibite gassate automatiche potrebbe essere potenzialmente negativo per SodaStream e Green Mountain Coffee Roasters", ha affermato un brief di SeekingAlpha.com.

SodaStream International Inc. è l'Airport City, produttore israeliano di sistemi di carbonatazione per bevande che consentono ai consumatori di trasformare l'acqua del rubinetto in bibite gassate aromatizzate e acqua frizzante. Green Mountain, con sede a Waterbury, in Virginia, ha sviluppato la tecnologia di produzione della birra Keuring.
Starbucks Coffee Co., con sede a Seattle, offre caffè, bevande miscelate a freddo, una varietà di prodotti alimentari complementari, una selezione di tè premium e accessori e attrezzature per bevande, principalmente attraverso circa 7.000 negozi al dettaglio gestiti dall'azienda negli Stati Uniti. Vende anche caffè e tè e concede in licenza il suo marchio attraverso altri canali come negozi al dettaglio autorizzati e, attraverso alcuni dei suoi licenziatari e partecipazioni azionarie, Starbucks produce e vende una varietà di bevande pronte da bere.


Green Mountain sta seguendo SodaStream o Starbucks?

Torrefattori Green MountainLe azioni (NASDAQ:GMCR.DL) sono aumentate del 6% ieri dopo la notizia che la società dietro il sistema di produzione di birra Keurig java aveva presentato una domanda di marchio per un produttore di bevande gassate.

Questo è il tipo di notizie che normalmente invierebbe SodaStream (NASDAQ:SODA) gli investitori si sono dati da fare per mettersi al riparo, ma non è successo. Le azioni di SodaStream sono aumentate piacevolmente durante la giornata.

Gli investitori sono più intelligenti dei media finanziari che stanno cercando di posizionare questo come un attacco al business di SodaStream?

Questa non è davvero una dichiarazione di guerra, se ci pensi.

Le possibilità che Keurig sia un killer SodaStream sono basse. L'elettrodomestico diluirebbe il marchio Keurig, confondendo potenzialmente i clienti. Non possiamo inoltre dimenticare che Keurig è un fenomeno in gran parte americano. SodaStream è un attore globale che genera circa due terzi della sua attività al di fuori degli Stati Uniti. Green Mountain possiede il mercato del caffè in tazza singola negli Stati Uniti, ma sarebbe fuori dalla sua portata spingendo i carbonati all'estero.

Green Mountain ha più da perdere di quanto potrebbe guadagnare nel portare SodaStream a testa alta qui, quindi perché nessuno punta il dito contro Starbucks (NASDAQ:SBUX) ?

Dopotutto, non è stato Starbucks che ha iniziato a testare bibite gassate artigianali in alcuni dei suoi negozi di Seattle tre mesi fa. Il mese scorso il test si è esteso ad Austin e Atlanta.

Il pericolo qui per Green Mountain non è che Starbucks finisca per vendere una tonnellata di root beer speziata, ale al limone e ale allo zenzero. No, il vero problema qui è che Starbucks sta anche approfittando della presenza di gasatori nei suoi negozi di prova offrendo versioni gassate di altre bevande, inclusi tè freddi frizzanti e versioni gassate della linea Starbucks Refreshers che ha introdotto la scorsa estate.

Non è questo il motivo per cui Green Mountain sta solo cercando di prepararsi con un marchio per un prodotto che potrebbe non vedere mai la luce del giorno?

Il test della soda si espanderà da Starbucks e, con ciò, vedremo evolvere i gusti dei consumatori per aspettarsi tè freddi gassati. Green Mountain non può ignorarlo. Ha già incassato le tendenze del caffè freddo e del tè freddo che sono arrivate fino alle catene di fast food introducendo la sua linea di K-Cup "Brew Over Ice" che devono essere erogate in una tazza di ghiaccio rinfrescante. Se le bevande gassate distillate guadagnano popolarità, Green Mountain sarà pronta.

SodaStream non dovrebbe preoccuparsi di questo marchio. Semmai, il nascente mercato dei tè gassati rappresenterà una categoria di prodotti completamente nuova su cui incassare.


Starbucks sta testando tazze di caffè riciclabili al 100%

Le tazze marchiate con il logo della più grande catena di caffè del mondo occupano senza dubbio più della loro giusta quota di spazio nelle discariche del mondo. Per anni Starbucks ha promesso iniziative per aumentare i suoi sforzi di riciclaggio e ora sta testando tazze più favorevoli al riciclaggio.

A partire da oggi, Starbucks serve bevande in bicchieri completamente riciclabili nei negozi del Regno Unito, il Custode rapporti. Mentre le tradizionali tazze da caffè in carta usa e getta sono laminate in plastica che le rende difficili da riciclare, i bicchieri riciclabili - chiamati Frugalpac - hanno "un rivestimento in film sottile progettato per separarsi facilmente dalla carta nel processo di riciclaggio".

All'inizio di quest'anno è stato rivelato che solo 1 tazza di carta su 400 delle catene di caffè nel Regno Unito viene effettivamente riciclata, portando a discussioni su un possibile divieto o tassa sulle tazze da caffè usa e getta (sebbene alla fine entrambe le idee siano state respinte). Una campagna guidata dallo chef e attivista ambientale britannico Hugh Fearnley-Whittingstall ha portato alla creazione di un gruppo industriale chiamato Paper Cup Recycling and Recovery Group, decine di catene tra cui Starbucks e McDonald's hanno firmato "un impegno ad aumentare significativamente i tassi di riciclaggio dei bicchieri di carta entro il 2020". ."

Secondo il sito web della società, "Le bevande Starbucks rappresentano circa 4 miliardi di tazze globalmente ogni anno." Eater ha contattato Starbucks per un commento sul fatto che queste nuove tazze riciclabili verranno presto utilizzate negli Stati Uniti.


Starbucks testa il nuovo frappuccino a basso contenuto di zucchero

La bevanda avrà 18 grammi di zucchero in meno, ma la nuova formula è un cambiamento abbastanza grande?

Nei giorni prima che si potesse trovare uno Starbucks letteralmente ad ogni angolo, il Frappuccino era sinonimo della catena di caffè in crescita. Ma da qualche parte lungo la strada, ci siamo resi conto che la loro bevanda caratteristica è piena zeppa di calorie e zucchero. Questo semplicemente non funzionerà nell'era attenta alla salute di oggi, uno Starbucks è pronto a fare un cambiamento.

Nel tentativo di convincere i clienti a tornare ai loro modi da frappe, Starbucks sta testando una formula riorganizzata. In 600 sedi in California, Missouri e Rhode Island, il conglomerato globale delle caffetterie proverà una nuova formula di Frappuccino che riduce il conteggio dello zucchero dai 67 (!) grammi standard a 49 grammi, una riduzione di oltre il 26%. Anche la nuova versione “lighter” del classico Frappuccino peserà 370 calorie, rispetto alle 420 della ricetta OG.

Sembrerebbe che il Frappe più leggero non fosse una soluzione rapida, ma il prodotto di un po' di ricerca e sviluppo a lungo termine. "È stato incredibilmente difficile imitare ciò che è stato eliminato", ha affermato il senior manager dell'innovazione nel settore delle bevande Jason Davis del processo di prova di due anni per Il giornale di Wall Street. Al fine di replicare il classico gusto e la sensazione del Frappuccino, Starbucks ha testato oltre 20 tipi di crema e ben 70 diverse versioni di aroma alla vaniglia da solo. Anche la bottiglia che Starbucks utilizzerà per distribuire i sapori del frappuccino è stata revisionata.

Mentre le modifiche alla loro bevanda dolce simile al caffè si adattano ai piani di Starbucks di ridurre lo zucchero del 25% dalle loro bevande più indulgenti, potrebbero non essere sufficienti per influenzare le preferenze dei consumatori. Dato che le linee guida della FDA propongono di consumare non più di 50 grammi di zucchero al giorno, anche il Frappuccino più leggero mette praticamente i consumatori in quella linea sotto forma di una sola bevanda.

A breve termine, però, Starbucks non ha davvero altra scelta che cercare di convincere i suoi clienti che il Frappuccino è una buona scelta di bevande. Secondo il WSJ, la bevanda costituisce ancora circa l'11% dei ricavi dei negozi, anche se si tratta di un calo del 3% rispetto all'anno fiscale 2015. La fobia del frappuccino è stata incolpata della lenta crescita dell'1% nelle vendite nello stesso negozio nell'ultimo trimestre, quindi il tentativo di riconquistare i clienti attenti allo zucchero non potrebbe arrivare in un momento più importante.

Quindi il Frappuccino riformulato riconquisterà i clienti, o è troppo poco e troppo tardi, soprattutto ora che la stagione delle spezie alla zucca è ufficialmente iniziata? Chi lo sa. Ha la sensazione di una strana mezza misura, con Starbucks non pronto a rinunciare alla sua bevanda dolce e caratteristica né a soddisfare i clienti attenti alla salute in un modo che li porterà a rivalutare veramente il Frappuccino. Indipendentemente da ciò, se sei il tipo di sadico che ama il frappuccino della ricetta originale per la sua corsa allo zucchero grasso, sei stato avvertito.


Guarda il video: The Worlds Biggest Starbucks Just Opened In Chicago. Line Around The Block (Settembre 2021).